Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Coronavirus, conteggio dei positivi nel caos: "scontro" a distanza tra Cuffaro e Tirrito

Il sindaco di Raffadali ha parlato di un contagio connesso ad una scuola di Sant'Angelo Muxaro, il collega lo smentisce

 

Il numero di casi positivi in provincia cresce vertiginosamente e diventa difficile tenere il punto. Questo vale per l'Azienda sanitaria provinciale (che ad esempio solo questa mattina ha diffuso il bollettino riferito alla giornata di ieri), per noi giornalisti (che ci dobbiamo cimentare in improbe operazioni di calcolo) ma anche per i sindaci, che lamentano tra l'altro pesanti ritardi tra l'effettuazione dei tamponi e l'effettiva comunicazione dei casi positivi.

Coronavirus, il bollettino dei nuovi casi: si contano 4 ricoverati e 2 morti in più

A prendere posizione con forza in tal senso è stato ad esempio ieri il sindaco di Raffadali Silvio Cuffaro, il quale ha anche lasciato intendere la possibilità di un ricorso alle vie legali contro l'Asp (sebbene non sia chiaro il reato). Durante la sua diretta, comunque, il primo cittadino, si rivolge anche al ministro dell'Istruzione Azzolina, stimolandolo a riflettere sull'apertura delle scuole primarie, dato che molti casi di contagio riguardano proprio queste realtà. L'ultimo caso, dice, una insegnante raffadalese che avrebbe contratto il virus in una scuola di Sant'Angelo Muxaro che è poi stata chiusa.

Montevago non ci sta, il sindaco: "Da noi nessun caso, abitano altrove"

Una frase che però ha provocato la durissima reazione del sindaco del paese, Angelo Tirrito, il quale ha smentito che vi siano oggi nuovi casi nel piccolo centro e ha invitato il collega a parlare solo "con dati ufficiali".

Insomma, un incidente istituzionale che denota comunque  una comprensibile tensione soprattutto nelle comunità di minori dimensioni e ricorda, ad esempio, il video pubblicato nei giorni scorsi dal sindaco di Montevago Margherita La Rocca Ruvolo, che ha contestato i dati diffusi dall'Asp che individuava dei casi che in realtà avrebbero riguardato cittadini residenti in altri comuni.

Potrebbe Interessarti

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento