rotate-mobile
Martedì, 23 Aprile 2024

“Ecco la San Leone che abbiamo”: video-denuncia del Codacons per documentare le condizioni del lungomare

Una passeggiata notturna, con cellulare alla mano, per il responsabile regionale del Dipartimento trasparenza enti locali Peppe Di Rosa che “racconta”, attraverso le immagini, lo stato delle aiuole con la vegetazione spontanea che avanza

Sono lontani i tempi in cui il lungomare Falcone e Borsellino di San Leone, dopo un massiccio intervento di potatura e sistemazione del verde pubblico, appariva finalmente ordinato. E’ passato circa un anno da quel lavoro, durato diversi giorni, che aveva ridato il giusto decoro ad una località balneare sempre più frequentata a tutte le ore, non solo nel fine settimana. Ma “l’erba cresce” e non si può sperare che i benefici di ciò che è stato ben fatto in passato durino in eterno e siano ancora apprezzabili.

A documentarlo è stato il responsabile comunale della sede agrigentina del Codacons e responsabile regionale del Dipartimento trasparenza enti locali Peppe Di Rosa che, telefonino alla mano, ha realizzato un video che “racconta” una sua passeggiata serale sul lungomare di San Leone, nella parte sopraelevata che si affaccia sul porticciolo turistico, per documentare come la vegetazione spontanea, con il passare dei mesi, abbia preso di nuovo il sopravvento. Così come le palme che presentano ramificazioni ormai secche e poco gradevoli alla vista.

Video popolari

“Ecco la San Leone che abbiamo”: video-denuncia del Codacons per documentare le condizioni del lungomare

AgrigentoNotizie è in caricamento