Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il ragazzo diventato uomo in fretta, Salvatore Cozzitorto: “Masterchef non ti dimenticherò mai”

Il concorrente del talent: “Io sono comandante anche quando esco con gli amici. Voglio tenere sempre tutto sotto controllo”

 

Salvatore Cozzitorto, comandante di navi con una passione grande per la cucina. Passione, appunto, che lo ha portato lontano. Da Agrigento fino a Masterchef, con il sapore della salsedine che non l’ha mai abbandonato. Salvatore è agrigentino e Masterchef ha provato davvero a vincerlo. Tra lui e la vittoria, per molti era tra i più quotati, una torta del maestro di alta pasticceria, Iginio Massari. Prova non superata, via il grembiule e porte aperte della ribalta. Cozzitorto, ha lasciato la cucina di Masterchef con un sorriso diverso e con spensieratezza che tanto gli è mancata. “Io sono comandante anche quando esco con gli amici. Voglio tenere sempre tutto sotto controllo”. Ha parlato così il comandante e aspirante chef. Cozzitorto si divide tra amore spropositato per il mare, passione per la cucina e coccole delle nipoti. Zio a tempo pieno a fratello speciale, figlio che ha appreso la tradizione culinaria dalle mani della mamma. Salvatore oggi è un uomo, ma probabilmente ha iniziato fin da subito ad esserlo. “Ho perso mio padre a 7 anni. Mi sono sbracciato.

Ho avuto l’amore di mia madre e delle mie sorelle. Sempre. Come mi vedo tra vent’anni? Padre impegnato. Vorrei fare la spesa per un mio ristorante e guardare le navi dalla finestra della mia cucina”.  Sulle sua braccia dei tatuaggi, segni che raccontano la vita dell’aspirante chef. “Sono un uomo di mare. Conosco le gerarchie. Nulla da togliere a chi non è cresciuto sulle navi, ma io ho un pensiero. Il mare è duro, ti forma e ti fa crescere in fretta. Ho iniziato come mozzo, lavavo per terra. Oggi? Sono un comandante, ho fatto tanta gavetta”. Salvatore Cozzitorto e la sua vita dopo Masterchef, i sogni grandi che, però, profumano di mare buono. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento