Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Lavori pubblici bloccati, Baglio: "Dal 2018 ad oggi abbiamo perso 6 mila lavoratori"

Per il sit-in di protesta dei costruttori è stato scelto il viadotto Morandi, infrastruttura simbolo della paralisi degli interventi: si attende l'apertura del cantiere da febbraio

 

“Bisogna attivare la spesa pubblica per sbloccare i lavori del settore delle costruzioni”, così ha parlato dai microfoni di AgrigentoNotizie, Vito Baglio, segretario provinciale della Fillea Cgil, in occasione della giornata di mobilitazione "Noi non ci fermiamo”. Giornata indetta dalle organizzazioni sindacali di categoria, in cento piazze italiane. In provincia di Agrigento, il sit-in si è svolto in uno dei luoghi simbolo del blocco dei lavori pubblici, ovvero il viadotto Akragas, chiuso al transito per carenze strutturali. Sono diverse le infrastrutture agrigentine, che godono di finanziamenti specifici per lavori che però tardano a partire. 

Ponte Morandi e statali per Palermo e Caltanissetta, lavori al palo: scoppia la protesta del settore edile

Potrebbe Interessarti

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento