Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Droga killer a Ribera, il tenente Proietti: ”Mai più morti assurde, intensificheremo i controlli”

La comunità della città delle arance è stata scossa dai due tragici episodi di overdose e dopo l’arresto del presunto pusher che avrebbe ceduto la sostanza ad una delle vittime, l’arma dei carabinieri ha rinnovato l’appello ai giovani per non cadere nel tunnel della droga

 

Dopo l’arresto a Ribera del presunto pusher che, avrebbe ceduto il metadone che associato ad altre sostanze, avrebbe provocato la morte di un ventunenne, si rinnova l’appello del comandante della tenenza carabinieri di Ribera ai giovani.

"Ucciso a 21 anni da una dose killer": i dettagli dell'inchiesta
"Ucciso a 21 anni da una dose killer": ecco i dettagli dell'inchiesta

Potrebbe interessarti: https://www.agrigentonotizie.it/cronaca/droga-spaccio-ribera-overdose-arresto-carabinieri-inchiesta.html

“Tanta gente è scesa in campo – dice dai microfoni di AgrigentoNotizie il tenente Fabio Proietti – per evitare che altri giovani facciano la stessa fine che è la lotta alla droga vera ed efficace, cercando tutti insieme di fare il massimo. Ho incontrato tanti giovani, alcuni anche con problemi di tossicodipendenza ed erano tutti animati dalla stessa voglia di dire che eventi così tragici non devono succedere più. Noi – ha aggiunto l’ufficiale dell’arma – aumenteremo i controlli e continueremo a dare la caccia a tutti gli spacciatori”.
 

Potrebbe Interessarti

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento