Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'ambasciatore della Repubblica Araba arriva in città, Badr: "Il Mediterraneo è un mare di pace che unisce e non divide"

Il diplomatico nord africano ha incontrato gli studenti nell'ambito del convegno del "Festival del Mandorlo in fiore come veicolo di pace tra i popoli"

 

Torna ad Agrigento l’ambasciatore della Repubblica Araba di Egitto in Italia, Hisham Badr, dopo la prima visita del novembre scorso per commemorare la figura del medico agrigentino Empedocle Nestore Gaglio che fondò l’ospedale Umberto prima di città del Cairo, oggi il diplomatico nord africano ha partecipato al convegno "Festival del Mandorlo in Fiore come veicolo di pace tra i popoli". L'iniziativa, è stata promossa in collaborazione con l’ufficio scolastico Provinciale e con il consorzio universitario che è stata inserita nell’ambito del “Mandorlo in Fiore”.

Per l’ambasciatore egiziano l’ incontro, con gli studenti che, nei progetti di alternanza, scuola - lavoro, hanno studiato il fenomeno dell’immigrazione degli italiani in America, periodo che è stato raccolto anche in un’interessante mostra visibile al Palacongressi, è stato un momento di riflessione. 

Dalla città dei Templi,  Hisham Badr ha anche parlato di dialogo tra i popoli del Mediterraneo. La sua visita ha un duplice aspetto che mira anche ad una cooperazione tra Italia e Egitto.

“Il Mediterraneo – ha detto l’ambasciatore -  è un mare di Pace che unisce e non divide". Nello stesso ambito tramite il Governatore di Alessandria e l’Università della stessa città araba, si vuole intensificare la cooperazione tra i due Stati per pianificare iniziative economiche volte allo sviluppo, culturale, scientifico e turistico.

Potrebbe Interessarti

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento