L'Akragas sorride, il Mazara si ferma allo stadio "Esseneto": ecco le migliori azioni

E' Biondo a decidere il match. Punti buoni per mister Di Gaetano che può, di certo, esultare

Una rete di Giovanni Biondo al 21’ minuto del primo tempo, condanna il Mazara alla prima sconfitta stagionale e rilancia decisamente le quotazioni dell’Akragas in vista dei triangolari ormai conquistati. Una gara che avrebbe potuto avere un passivo più netto per gli ospiti evitato dalle strepitose parate del portiere Ceesay, decisivo in almeno quattro occasioni. Di contro, i ragazzi di Di Gaetano hanno gestito brillantemente senza mai concedere agli avversari di impensierire il portiere Compagno. Inizia un po’ meglio il Mazara che al 2’ minuto crea la prima occasione, il suo colpo di testa a pochi passi da Compagno finisce al lato. Con il trascorrere dei minuti, l’Akragas inizia a giocare in maniera ordinata, soprattutto quando la palla viaggia a terra. Al 15’ arriva la prima grande occasione per la squadra di casa: Biondo scambia con Candela e si invola sulla fascia destra, entra in area di rigore e serve Incatasciato che calcia a colpo sicuro ma Ceesay è bravissimo a distendersi alla sua destra e a mandare il pallone in calcio d’angolo. Al 21’ arriva il vantaggio akragantino. Il Mazara perde un pallone sulla propria tre quarti, Candela ne approfitta per mettere un traversone al centro dove Giovanni Biondo, lasciato colpevolmente solo, ha tutto il tempo per colpire di testa e superare Ceesay. Il Mazara non riesce a reagire, prova a sfruttare i calci piazzati battuti dall’onnipresente Montalbano ma spesso i tentativi di mettere in azione Cortese e Guaiana si infrangono sull’attenta retroguardia biancazzurra che tuttavia, al 36’ rischia su un tentativo in acrobazia del giovane Melia che scavalca Compagno in uscita. La traiettoria è imprecisa ed il pallone termina fuori. Al 41’ l’Akragas ha la possibilità di raddoppiare ancora con Biondo che approfitta di uno scivolone di Jammeh, supera Ceesay in uscita ma al momento di concludere viene chiuso da Colley.

Nella ripresa la squadra di casa continua a giocare in maniera ordinata e riesce a creare diverse occasioni da rete. Almeno tre quelle costruite da Incatasciato al 17’, Sicurella al 22’ e da Seckan, appena entrato, al 38’ sulle quali l’estremo difensore mazarese si fa sempre trovare pronto. Il Mazara non vuole perdere, negli ultimi minuti tenta di assediare la metà campo avversaria ma tutti i tentativi risultano vani.

Akragas-Mazara 1-0

Reti: pt 21’ Biondo

Akragas: Compagno, La Spina, Ferrante (9’ st Licata), Candela, Cipolla, Giardina, Biondo, Incatasciato (19’ st Fricano), Gambino, Sicurella (38’ st Seckan), Cerra (43’ st. Bulades). A disp.: Marzino, Acstante, Spataro, Violante, Villa. All. Di Gaetano.

Mazara: Ceesay, Jammeh, Grandis, Abbate (14’ st Agate), Colley, Montalbano (7’ st Morana), Mejri (7’ st Rosella), Cortese, Melia (35’ st Pulizzi), Guaiana (14’ st Ballari). A disp.: Souza, Genesis, Lombardo, Ogbebor. All. Marino

Arbitro: Beltrano di Rimini.

Ammoniti: pt 44’ Colley, 46’ Montalbano; st. 21’ Culcasi, 31’ Biondo.

Si parla di

Video popolari

L'Akragas sorride, il Mazara si ferma allo stadio "Esseneto": ecco le migliori azioni

AgrigentoNotizie è in caricamento