Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Chiusa dal Nas e lavoratori senza stipendio da 17 mesi, esplode in Consiglio il caso "Villa Betania"

L'assessore comunale Gerlando Riolo ammette di non essere nelle condizioni di poter dare tempi certi sui pagamenti delle spettanze arretrate: "Dipende dalla Regione"

 

La discussione sulla chiusura dell'Ipab "Villa Betania" di Agrigento, su iniziale proposta del gruppo di Forza Italia, è stata portata in consiglio comunale alla presenza, tra gli altri, anche degli stessi operatori che sono senza stipendio da quasi 17 mesi e che, in seguito alla chiusura della struttura, temono per il loro futuro lavorativo. 

Blitz del Nas a Villa Betania, trovate "criticità igienico-sanitarie": il sindaco chiude la struttura

"Il destino dei lavoratori - ha detto l'assessore comunale alla Sanità, Gerlando Riolo - è legato fondamentalmente alle decisioni che vorrà prendere la Regione. Il provvedimento è stato adottato sulla base di osservazioni fatte dai Nas - ha ribadito l'amministratore comunale - . Noi siamo ovviamente disponibili a cercare di risolvere la situazione sia per il servizio che offrivamo, sia per venire incontro alle esigenze dei lavoratori. Ci impegneremo per cercare di ripristinare la situazione e cercare di riprendere l'attività che era in corso. Bisognerà andare a rivedere le criticità che erano e sono presenti, sia dal punto di vista amministrativo sia dal punto di vista strutturale, ma io - ha detto ancora Riolo -  sono fiducioso sul fatto che si possa arrivare a una ripresa delle attività".

Lavoratori di Villa Betania senza stipendio: senza soldi da 16 mesi 

Sul quando avverranno i pagamenti delle spettanze arretrate ai lavoratori, l'assessore ha ammesso di non essere nelle condizioni di dare scadenze certe. Avremmo voluto sentrire anche il parere degli operatori presenti ad aula Sollano che però, per una singolare forma di "protesta", hanno preferito la formula del silenzio. 

IL VIDEO. "Siamo dipendenti pubblici fantasma"

Potrebbe Interessarti

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento