Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Movida e disturbo della quiete pubblica, Bellomo: "No a penalizzare gli imprenditori, ma mettetevi in regola"

La "mission" dei poliziotti della sezione Pasi è evitare il ripetersi di violazioni che creano insicurezza nella cittadinanza

 

Reprimere le irregolarità per prevenire il ripetersi di determinate violazioni che provocano un senso di insicurezza negli agrigentini poiché turbano la quiete pubblica. Questa in sintesi è la "mission" della Questura di Agrigento sulla regolamentazione della movida cittadina.

Movida selvaggia? Scatta la "stretta" della Questura: sanzionati 4 bar e pub

Nello specifico, lo scorso fine settimana, gli agenti della divisione Pasi (polizia amministrativa e sociale e dell'immigrazione), coordinati dal primo dirigente: Angelo Bellomo, hanno eseguito diversi controlli nei locali del centro: via Atenea, via Pirandello e piazza San Francesco sono stati i luoghi battuti palmo a palmo dai poliziotti. Il bilancio delle attività è stato tracciato dal primo dirigente Bellomo che, dallo scorso primo ottobre, è subentrato al primo dirigente Fatima Celona alla guida della divisione Pasi.

Bellomo, nella sala San Michele Arcangelo della Questura, ha precisato più volte che la polizia non intende minimamente penalizzare le attività degli imprenditori, ma invita tutti a rispettare le regole. I controlli continueranno e saranno estesi anche ad altri settori. Prossimamente, la Questura avvierà anche degli incontri e una campagna di sensibilizzazione che vedrà partner le associazioni di categoria. 

Follia in via Atenea, l'auto di una donna presa di mira con calci e pugni

Potrebbe Interessarti

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento