Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tecnici e studiosi a confronto sul futuro del viadotto Morandi

Agrigento, specie su questo tema, è divisa. L'ultima parola spetta però all'Anas

 

Il mondo accademico ha discusso del futuro del viadotto Akragas di Agrigento, il ponte progettato dall’ingegnere Riccardo Morandi, infrastruttura chiusa dal marzo del 2017. E' stato fatto nell’aula magna "Luca Crescente" del Consorzio universitario di Agrigento durante il seminario “Il ruolo del viadotto Morandi nel paesaggio della Valle de Templi di Agrigento”.

"Al mostro tremano le gambe, abbatetelo": Tusa rilancia demolizione del viadotto Morandi 

Dopo il crollo, nell’estate scorsa, del ponte Morandi di Genova, il tema della sicurezza dei viadotti in Italia è tornato ad animare i dibattiti tecnici. Nel caso di Agrigento c’è un ulteriore tassello che interroga i professionisti, ovvero quello del paesaggio che, violato negli anni della sua costruzione, secondo molti, potrebbe ritornare integro con l’abbattimento del ponte stesso. Di parere diametralmente opposto è la corrente che invece vuole salvare l’importante snodo viario, eseguendo su di esso i dovuti interventi di manutenzione. Dibattiti a parte a decidere le sorti del viadotto Akragas sarà la società competente, ovvero Anas che sembrerebbe patteggiare per la scelta di eseguire i lavori di adeguamento strutturale e salvare il ponte. 

Demolizione del viadotto Morandi? Firetto: "No senza una viabilità alternativa"
 

Potrebbe Interessarti

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento