Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Riapre la cattedrale di San Gerlando, ma sarà "sorvegliata speciale" e si pensa di rifare la facciata

Il progettista Teotista Panzeca: "Previsti 11 sensori per controllare la tensione delle catene, è essenziale perché dobbiamo cogliere eventuali movimenti"

 

Dopo otto lunghi anni di attesa, la città di Agrigento si riappropria della sua cattedrale. L'ufficializzaziome della riapertura al culto, nel corso di una conferenza svoltasi al seminario arcivescovile.

Lavori finiti: la cattedrale di San Gerlando è salva: riaprirà il 22 febbraio

"La riapertura al culto, che avverrà giorno 22 febbraio alle ore 18:00 sarà un momento ecclesiale e sociale". Ha detto ai microfoni di AgrigentoNotize don Giuseppe Pontillo, direttore dell'uffico Beni Culturali ed Ecclesiastici della curia che ha anche aggiunto:"La cattedrale chiusa ha fatto perdere anche i punti di riferimento alla nostra comunità".

Sul progetto di consolidamento del colle di San Gerlando don Pontillo ha ribadito: "Acceleriamo i tempi non solo per completare la progettazione, ma per trovare i finanziamenti e iniziare i lavori". 

Abbiamo sentito anche il progettista dei lavori di consolidamento della cattedrale, il prof. Teotista Panzeca che ha dato delle spiegazioni tecniche anche in materia di monitoraggio della struttura.

"Stiamo completando la messa  in funzione dei sensori per monitorare la cattedrale - ha detto il progettista - sono previsti 11 sensori che controllano lo stato tensionale delle catene, questo è essenziale perchè dobbiamo cogliere eventuali movimenti".

Potrebbe Interessarti

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento