Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Sulla strada della legalità", la Questura dedica il caffè letterario ad Andrea Camilleri

Il ciclo di appuntamenti si è aperto con un tributo al sottufficiale dei carabinieri ucciso a Roma

 

La conversazione sul  romanzo “Porte aperte” di Leonardo Sciascia ha aperto i battenti della sesta edizione de “Sulla strada della legalità”: il caffè letterario promosso dalla Questura di Agrigento in collaborazione con l’associazione “Emanuela Loi”. Caffè letterario che quest’anno è dedicato alla memoria del compianto scrittore empedoclino Andrea Camilleri.

Carabiniere ucciso a Roma, polizia depone corona al comando provinciale dell'Arma

Il ciclo di incontri, che si svolgono allo stabilimento balneare della polizia di Stato di San Leone, si è aperto con un momento di raccoglimento in memoria del vice brigadiere dei carabinieri, Mario Cerciello Rega assassinato stanotte a Roma. 

Subito dopo i saluti del questore di Agrigento, Rosa Maria Iraci, il presidente emerito della Corte d’Appello di Caltanissetta Salvatore Cardinale e il docente Zino Pecoraro hanno dato il via al dibattito che dall’opera sciasciana ha anche toccato i temi legati al sistema giudiziario in epoca fascista.

Sposato da 43 giorni, aveva 35 anni: chi era Mario Cerciello Rega, il carabiniere ucciso a Roma
 

Potrebbe Interessarti

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento