la grande fuga

  • Un pizzaiolo agrigentino a Madonna di Campiglio, Alessio Lo Bello: "Quanti sacrifici..."

  • Il riscatto e la rinascita, Andrea Mendola: "Non vedevo futuro adesso tutto è cambiato"

  • Una nuova vita lontano da casa, Salvatore Piraneo: "Agrigento mia non sarei mai voluto andare via"

  • Uno dei migliori direttori di McDonald's del mondo è agrigentino, ecco la storia di Pietro Luparello

  • Londra parla agrigentino, Gero Argento: "Non mi sono arreso, adesso vi presento 'Mbare'"

  • Partire per ritornare, il quisquinese Federico Franciamore: "Ecco la mia Olanda"

  • Giustizia e verità, l'agrigentino Francesco Passafiume: "Via dalla mia terra, papà non ti dimentico"

  • Una finestra aperta sulla Tour Eiffel, l'agrigentina Giulia Russo: "Sono una junior advisor"

  • Un agrigentino in Vietnam, Renato Di Gangi: "Tornare nella mia città? Quando sarò in pensione"

  • Il design come stile di vita, l'agrigentino Francesco Mazzarella: "A Londra mi sento vivo"

  • Dal mondo della notte alla nuova vita in Germania, Francesco Salamone: "Terra mia quanto mi manchi"

  • Arancine e finocchietto, a spasso per una cittadella della Francia sorge il ristorante San Leone

  • Da Santa Margherita di Belìce a Brescia, Onorio Di Giovanna: "Penso alla mia terra tutti i giorni"

  • I sogni di un bambino diventato giocatore, Marco Portannese: "La mia città è piena di ricordi"

  • Un milanese a Lampedusa, Fabio Gallarati: "Ho lasciato tutto ed ho scelto l'isola"

  • Lasciare la propria terra per necessità, Daniele Ricci: "Partire non è mai facile"

  • Un agrigentino per Jean Louis David, Leoluca Lazzara: "Mi manca 'u scrusciu du mari' della mia terra"

  • Uno dei migliori ristoranti di Roma parla agrigentino, Mario Sansone: "Vi racconto Marzapane"

  • Un "marinisi" alla Junior Casale, Pietro Scibetta: "Quel profumo di casa..."

  • Un manager favarese nel Regno Unito, Dario Cavallaro: "Ho lottato, ma sogno di tornare"

  • San Paulo e Miami per diventare grande, l'agrigentino Giovanni Alongi: "Via per realizzare i miei sogni"

  • Un oblò pieno di nostalgia, l'agrigentina Federica Scibetta: "Ho inseguito un sogno grande, ma l'odore del mare manca sempre"

  • Una passione grande quanto il cielo, Luigi Cino: "Agrigento mia mi manchi, sono dovuto andare via"

  • Via da Favara a pugni stretti, Calogero Licata: "Tornare? Solo per un lavoro sicuro"

  • Via per un futuro migliore, l'agrigentina Silvia Paci: "In Germania è tutto perfetto, ma casa mia..."