rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Volley

A2: troppo forte la vicecapolista, Macerata batte Aragona con un 3-0 senza storia

La voglia delle siciliane di rimanere in partita è stata forte, ma purtroppo le differenze in campo sono emerse fin da subito

È finita con una sconfitta per tre a zero il match valido per la nona giornata di campionato di serie A2 tra Seap Dalli Cardillo Aragona e Balducci Macerata. Nulla è perduto per le siciliane, ma troppo netto il divario tra la vicecapolista e la squadra allenata da coach Micoli che, anche per questa partita, ha dovuto fare i conti con le assenze importanti di Stival e Zech, ferme ai box per infortunio. L'approccio di Macerata è subito graffiante. Il primo turno al servizio di Cosi è mortifero per Aragona, due ace della centrale della CBF Balducci e la presenza di Pizzolato al centro permettono di scavare il primo solco sul 2-9.

Dzakovic prova a ispirare il recupero di Aragona ma è Michieletto (attacco ed ace) ad allungare il gap sul 6-16. Il servizio di Aragona prova ad evitare Bresciani ma la ricezione di Michieletto e Fiesoli trova l'apporto positivo di Pizzolato, rendendo agevole la costruzione del gioco e nel finale sono proprio le bande di Macerata a trovare i punti per il 15-25 che chiude il primo set. Chiusura in bellezza che però non intacca la concentrazione di Macerata. Michieletto dal posto 4 e Stroppa dalla seconda linea fanno male alla difesa di Aragona (2-9). Le padrone di casa provano a recuperare sfruttando anche qualche attacco errato della CBF Balducci, che però con la difesa guidata da Bresciani concede solo il 12% in attacco nel parziale alla Seap Dalli Cardillo, che cede agli attacchi di Stroppa, Fiesoli e Cosi.

Sull'8-17 entra Ghezzi in banda per Fiesoli. Aragona cerca di recuperare qualcosa con il turno al servizio di Cometti ma è ancora Michieletto ad ergersi come protagonista del finale di set, firmando 6 degli ultimi 8 punti di Macerata nel 14-25 finale. Il ritmo continua anche nel terzo set, con Ricci che in regia è brava a distribuire il gioco tra tutte le attaccanti. Le padrone di casa riescono a non andare oltre il -4 fino all'11-14, quando il primo tempo di Pizzolato e l'ace di Stroppa sanciscono l'inizio dell'allungo delle ospiti che sfoderano una buona prestazione a muro (con Fiesoli best blocker del match). 

Stroppa dalla seconda linea trova il primo ed unico match ball per Macerata, che sulla ricezione errata di Dzakovic trova subito la palla buona. Sabato prossimo alle 20.30 nuovo appello per Aragona: a giungere al PalaMoncada sarà il Sant'Elia Frosinone che dista un solo punto dalle agrigentine. Una vittoria consentirebbe alla squadra di ritrovare morale e classifica in ottica salvezza. Il tabellino del match:

PALLAVOLO ARAGONA-CBF MACERATA 0-3 (15-25, 14-25, 16-25)

SEAP DALLI CARDILLO ARAGONA: Bisegna, Zech ne, Ruffa ne, Caracuta, Casarotti, Zonta 5, Cometti 4, Negri 6, Dzakovic 8, Stival ne, Moneta 6, Vittorio (L). All. Micoli

CBF BALDUCCI HR MACERATA: Bresciani (L), Martinelli, Cosi 5, Michieletto 22, Gasparroni, Ghezzi 2, Ricci, Stroppa 11, Peretti, Pizzolato 9, Fiesoli 9, Malik ne. All. Paniconi

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A2: troppo forte la vicecapolista, Macerata batte Aragona con un 3-0 senza storia

AgrigentoNotizie è in caricamento