rotate-mobile
Martedì, 21 Maggio 2024
Volley

A2: tanta buona volontà per Aragona, ma l'Omag Marignano si dimostra più forte

Al PalaMoncada passano le romagnole con un 3-0 giunto al termine di un buon match da parte delle siciliane: Lino Giangrossi scelto come nuovo allenatore

Troppo forte il San Giovanni in Marignano per la Seap Dalli Cardillo Aragona, che non riesce a ripetere la brillante prestazione offerta contro il Sassuolo. Il sestetto di coach Barbolini s'impone nettamente 3-0 al termine di una partita dominata dal primo all'ultimo scambio. Solamente a tratti la formazione di casa è riuscita a giocare una buona pallavolo, ma ha dovuto subire la classe e la tecnica delle avversarie, apparse più concentrate e determinate nel portare a casa i tre punti

A seguire la partita in tribuna il nuovo allenatore della Seap Dalli Cardillo Aragona, Lino Giangrossi, ex coach del Bergamo Volley in Serie A1 femminile. In panchina contro Marignano è andato il vice allenatore Fabio Tisci che ha inizialmente schierato Caracuta al palleggio, Stival opposto, Bisegna e Negri centrali, Zonta e Dzakoovic martelli - ricevitori e Vittorio libero. 

Nel corso del match sono entrate della panchina: Casarotti, Ruffa e Zech. Fuori ancora per infortunio Cometti. Coach Barbolini ha spedito in campo il collaudato sestetto tipo: Turco in regia, Balzonetti opposto, Mazzon e Ceron centrali, Coulibaly e Brina martelli - ricevitori e Bonvicini nel ruolo di libero. Spazio anche a Aluigi e Biagini.

La partita è subito equilibrata con il sestetto ospite che chiude in vantaggio ai primi due significativi parziali: 8-5 e 16-12. Balzonetti trascina la squadra emiliana e Aragona soccombe senza riuscire ad opporre resistenza. Battuta e muro del Marignano sono decisivi per le sorti del set che termina in fretta, complice una sterile resistenza della formazione di casa: 21-12. 

Netta la differenza dei valori in campo e Marignano chiude senza particolari problemi il set: 25-14. Il secondo set è il più bello ed equilibrato della partita con la Seap Dalli Cardillo Aragona che tiene testa alle quotate avversarie. Bene Dzakovic che prova a trascinare le compagne nei momenti decisivi del parziale che vede comunque quasi sempre le emiliane avanti: 8-6, 16-9 e 21-18. Sul più bello Aragona alza bandiera bianca e Ceron e compagne portano a casa anche il secondo set: 25-20

La musica non cambia nel terzo set dove la Seap Dalli Cardillo Aragona non riesce a dare continuità al gioco d'attacco. Marignano parte forte e mette il parziale tutto in discesa: 8-1 e 16-11. Ospiti in assoluto controllo del match e Aragona che esce definitivamente dal match: 21-15. Il finale è un crescendo della formazione gialloblu' che vince facile 25-17 per il tre a zero definitivo.  

A fine partita il capitano del San Giovanni in Marignano Alessia Ceron è stata premiata come migliore giocatrice in campo e come migliore top scorer del match. Ceron ha ricevuto in premio il prestigioso Centuno in versione magnum messo in palio dallo sponsor CVA Canicattì e il premio “Dolcemente Blanco” dello sponsor Azienda Blanco di Niscemi. Entrambi i premi sono stati consegnati dal Direttore generale della Seap Dalli Cardillo Aragona, Francesco Daino. Il tabellino del match:

SEAP DALLI CARDILLO ARAGONA-OMAG MARIGNANO 0-3 (14-25, 20-25, 17-25)

ARAGONA: Caracuta, Stival 8, Dzakovic 13, Negri 4, Vittorio (L), Zonta 5, Ruffa, Casarotti 3, Bisegna 5, Zech. All. Tisci

MARIGNANO: Turco 4, Coulibaly 7, Bolzonetti 19, Brina 10, Mazzon 7, Bonvicini (L), Aluigi, Ceron 8, Zonta n.e., Biagini, Penna n.e. All. Barbolini. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A2: tanta buona volontà per Aragona, ma l'Omag Marignano si dimostra più forte

AgrigentoNotizie è in caricamento