Lunedì, 17 Maggio 2021
Sport

Agropoli "mal di pancia" Akragas, Feola pronto ad accogliere Rigoli

E' innegabile che il paragone tra i due allenatori è stato già fatto mille e una volta, diversi ma entrambi con uno spirito vincente e condottiero. Vincenzo Feola cerca sì il bel gioco, ma alla fine spera di fare sempre un gol in più dell'avversario. Diversa idea di Pino Rigoli: vincere sempre privilegiando il bel calcio

Vincenzo Feola

Manca uno schiocco di dita alla sfida tra l'Akragas e l'Agropoli. Domenica, allo stadio "Esseneto", una partita dal fascino romantico. Pino Rigoli torna nello stadio dove ha vinto un campionato e sfiorato una promozione in LegaPro, battendo record su record. 

Ad accoglierlo è il suo rivale Vincenzo Feola, nuovo idolo del popolo biancazzurro. L'allenatore di Agrigento, nella conferenza stampa post partita tra Akragas e Rende, ha più volte ammesso che non è una sfida contro Rigoli, ma che è la sua squadra ad affrontare l'Agropoli. 

E' innegabile che il paragone tra i due allenatori è stato già fatto mille e una volta, diversi ma entrambi con uno spirito vincente e condottiero.  Vincenzo Feola cerca sì il bel gioco, ma alla fine spera di fare sempre un gol in più dell'avversario. Diversa idea di Pino Rigoli: vincere sempre privilegiando il bel calcio.
Serie D, 28esima giornata: Akragas vs Orlandina

Feola e Rigoli si incontrano ancora una volta, ma con panchine - almeno per la parte biancazzurra - invertite. L'ex Akragas tornerà a sedersi sulla "sua" panchina. Sì, perchè Feola ha preferito cambiare postazione: una scaramanzia che Agrigento spera possa portare bene. L'Akragas è il tabù  dell'Agropoli, i campani non hanno mai vinto nelle ultime quattro sfide contro i biancazzurri. Rigoli conosce bene i suoi ex uomini e Feola questo lo sa bene, l'attuale tecnico dell'Akragas non ha intenzione di stravolgere il modulo, ma pensa di togliere dei punti di riferimento al suo rivale. 

L'Akragas dovrebbe confermare il 4-2-4. Tiscione dovrebbe partire dal primo minuto e Arena è pronto a riprendersi la maglia da titolare. Sulla fascia torna De Rossi, pronti a duettare ancora Trofo e Baiocco. In difesa confermati i "fedeli" Chiavaro e Vindigni, con Dentice sulla fascia. Tra gli incroci importanti c'è anche quello di Nicola Arena e il fratello Daniele. Il secondo è passato alla corte di mister Rigoli, l'ex Akragas è pronto a fare il suo esordio in quello che è stato il suo ex stadio. Appuntamento a domenica 11 gennaio, Akragas-Agropoli una sfida tutta da vedere.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Agropoli "mal di pancia" Akragas, Feola pronto ad accogliere Rigoli

AgrigentoNotizie è in caricamento