menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pallamano, ultima chiamata per i ragazzi della Sicily Food Girgenti

Una delicatissima partita è quella che aspetta di disputare la Sicily Food Girgenti. E' di scena la gara contro il Messina che a quattro giornate dalla fine del campionato, nel caso di vittoria, significherebbe la matematica salvezza per gli agrigentini

 

Una delicatissima partita è quella che aspetta di disputare la Sicily Food Girgenti sabato 10 marzo marzo. Alle  17,30 è di scena, infatti, la gara contro il Messina che a quattro giornate dalla fine del campionato, nel caso di vittoria, significherebbe la matematica salvezza per gli agrigentini. 
 
Un traguardo davvero minimo per un campionato che non ha altro da dire a parte la possibilità di far crescere i giovani e togliersi qualche soddisfazione. Una stagione iniziata male, può comunque concludersi con una salvezza anticipata. Salvezza che non è ben poco viste le controversie della stagione. 
 
Dalla preparazione fuori dal parquet del Nicosia, ai conseguenti e permanenti infortuni al centrale Moscato, al portiere Mantisi ed al forte, benché giovane, terzino Alfonso Camilleri. 
 
Non sono mancati i ritiri, da Olindo Carubia prima e delle bandiere della Pallamano in Sicilia Maurizio Camilleri e Lillo Pendolino hanno dato il via alla linea verde, auspicata dal tecnico Lillo Gelo, che sta comunque dignitosamente figurando.
 
Si fa, quindi, quel che si può considerato che l’impegno, a causa della assenza di idonea struttura in città, è notevole sia dal punto di vista economico e gestionale, sia dal punto di vista dei sacrifici che si richiedono ai ragazzi che da ultimo sono tornati a far a meno del parquet causa della rottura di un bruciatore della caldaia, al Nicosia, non possono utilizzarsi le docce. 
 
Tornando alla gara di sabato il tecnico Lillo Gelo potrà scegliere tra Randisi e i giovani Passarello e Daniele Pendolino tra i pali, Cirasa e Tordi faranno i terzini, Santamaria il pivot, mentre i posti di centrale e di ali sono in ballottaggio nella rifinitura di venerdi tra Cavaleri, Burgio, Dalli Cardillo, Decaro, Mazzola, Michele Mantisi, Matutino, Stella e Leandro Camilleri. 
 
Un organico, comunque, di tutto rispetto per far propria la gara, conseguire la matematica salvezza e dedicarsi poi, nelle rimanenti quattro gare alle soddisfazioni da dare agli sponsor, al presidente Filippo Napoli, al manager Team Tony Camilleri ed ai dirigenti tutti che così tanto si impegnano per mantenere questa bistrattata disciplina sportiva ad Agrigento.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento