menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

No al bullismo, allo stadio "Esseneto" di Agrigento il torneo contro "l'indifferenza"

Nello stadio agrigentino si svolgerà una manifestazione sportiva di calcio a 11. "Contro l'indifferenza, poi facciamo la differenza", è questo il nome dell'evento che coinvolgerà diverse scuole di Agrigento

Giornata di sport allo stadio "Esseneto". Domani 7 maggio 2015, si svolgerà una manifestazione sportiva di calcio a 11. "Contro l'indifferenza, poi facciamo la differenza", la manifestazione coinvolgerà  gli istituti superiori di Agrigento, liceo Leonardo,  Itc Foderà, Ipia, Fermi e Itc Sciascia.

Dalle 8 del mattino saranno presenti in massa sugli spalti dello stadio "Esseneto" e in campo con le proprie rappresentative femminili e maschili daranno una risposta unica e solidale un grido di ribellione contro tutte le forme di violenza contro il bullismo di solidarietà verso i pià deboli. Gli studenti si confronteranno in mini partite di calcio a 11 sia femminile che maschile con semifinali e finalissima.
Tra un incontro e l'altro si esibiranno delle brave cantanti e gruppi di ginnastica aerobica del liceo "Leonardo", saranno ospiti con dei meravigliosi momenti di ginnastica artistica gli atleti della palestra "Kerkent" di Agrigento preparati da Rosa Maria Lazzara.

Tra le formazioni partecipanti alla manifestazione si confronteranno pure i docenti/Ata degli Istituti di Agrigento contro la formazione dei Carabinieri della provincia di Agrigento. Quest'incontro vuole dare risalto al valore della Legalità e della condivisione insieme agli studenti dei sani principi che da risalto alla manifestazione sportiva. Sugli spalti saranno presenti circa 3500 studenti che per un giorno si ritroveranno a far festa tutti insieme, con tanto entusiasmo, tanta allegria e gioia tanta solidarietà e condivisione. Per una volta a vincere saranno tutti i partecipanti.

Saranno ospiti sugli spalti  il prefetto di Agrigento Nicola Diomede, il questore di Agrigento Mario Finocchiaro, il comandante provinciale dei Carabinieri, il comandante provinciale della Guardia di finanza, il procuratore capo Renato di Natale, il presidente del Tribunale Luisa Turco. Alla manifestazione anche don Franco Montenegro, Arcivescovo di Agrigento.

Per quanto riguarda invece questa manifestazione gli studenti del "Liceo Leonardo" stanno raccogliendo delle somme  per cercare di acquistare un defibrillatore da utilizzare dopo avere sostenuto dei corsi preparatori specifici. Un grosso impegno per l'organizzazione è stato fatto dagli Insegnanti di Educazione fisica degli Istituti coinvolti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Coronavirus: è arrivato lo spray nasale che aiuta a proteggersi

Attualità

Un aiuto per i più deboli: la Brigata “Aosta” dona beni di prima necessità

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento