La Pallavolo Aragona dice "no", stop alla violenza sulle donne

Al termine della manifestazione è stata messa in scena la rappresentazione teatrale “Il rosso si indossa, non si versa”

Una delegazione della Seap Dalli Cardillo Aragona, composta dal presidente Nino Di Giacomo, dal dirigente Vincenzo Mistretta, dalle giocatrici Martina Baruffi, Carolina Falcucci e Francesca Parisi, in occasione del 25 novembre, giornata mondiale contro la violenza sulle donne, ha partecipato ad un paio di iniziative in provincia di Agrigento.

Nel primo pomeriggio di ieri la delegazione del club biancoazzurro, che milita in serie B1, al teatro Armonia, ha presieduto all’evento intitolato “Aragona contro la violenza”, organizzato dall’amministrazione comunale, in particolare dall’assessorato alle Pari ppportunità retto da Stefania Di Giacomo. Hanno partecipato, tra gli altri, i rappresentanti delle istituzioni militari, civili, scolastiche e religiose, del Consultorio familiare e dell’Associazionismo di Aragona.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Al termine della manifestazione è stata messa in scena la rappresentazione teatrale “Il rosso si indossa, non si versa”. Poi in prima serata, la Seap Dalli Cardillo Aragona ha partecipato a Canicattì ad un altro importante evento organizzato da “Euroform, la scuola professionale dei mestieri”, sponsor della pallavolo Aragona, sempre  in occasione della giornata mondiale contro la violenza sulle donne. Al quinto piano del palazzo Cadillac, sede di “Euroform”, presso Largo Aosta di Canicattì, si è tenuto un incontro dibattito dal titolo “Ricordare oggi per ricordare sempre”. Hanno relazionato, tra gli altri, Maria Pontillo, Vice Dirigente del Commissariato della Polizia di Stato di Canicattì e responsabile dell’ufficio minori, maltrattamenti e violenze; Giuseppe Lauricella, presidente “Unitre’” e autore del libro “Il figlio maschio”; Dalila Gallo, Presidente Coop. Soc. Casa Rifugio per donne vittime di violenza e Silvana Manna, assistente sociale esperta in mediatore familiare. Vi è stato anche un monologo di Lucia Nicuzza, tratto da una storia vera. I lavori sono stati introdotti da Mariella Di Grigoli e moderati dal direttore di Canicattiweb, Cesare Sciabarrà.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente in viale Emporium, auto contro scooter: quattro feriti e un morto

  • Accusa un malore e si accascia, tragedia in città: muore un 35enne

  • La pistola illegale carica trovata nel negozio di Pelonero, tre indagati

  • Coronavirus, l'incubo non è finito: donna positiva al tampone

  • Il Coronavirus spaventa ancora, Musumeci e Razza: "Se contagi salgono si chiude"

  • Migranti si scagliano contro i carabinieri, Carmina: "Solidale con l'Arma, servono strutture adatte"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento