menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fuori dal campionato e anche dallo stadio: rescissa convenzione con l'Akragas

L'accordo, inserito in una convenzione del 2016, prevedeva che la società avrebbe dovuto realizzare le tanto discusse torri faro in cambio dell'uso dell'Esseneto

Il “via libera” è arrivato solo ieri, 24 settembre. La Ss “Akragas Città dei Templi”, società ormai in liquidazione, rispondendo ad un “avviso” del 17 settembre di avvio delle procedure di revoca della concessione dello stadio “Esseneto”, ha infatti comunicato che “non essendoci più le condizioni per adempiere alla convenzione non si oppone al provvedimento di revoca”.

Dopo oltre due anni quindi, è finita. L’opportunità concessa alla società dal Comune, che pure aveva firmato due diverse convenzioni pur di venire incontro alle richieste della squadra e garantirgli l'uso dell'unico campo di calcio degno di questo nome presente in città.

Il processo di revoca, del resto, non era più rinviabile. E’ lo stesso Ente a precisare che già a gennaio scorso aveva chiesto notizie in merito all’avvio delle opere di installazione dell’impianto di illuminazione, pali che ovviamente non sono stati mai installati (per quanto gli annunci sono stati tanti e tanto variegati che un loro racconto meriterebbe un articolo a sé stante). Così il Comune, alla fine, non ha potuto che prendere atto dello stato di cose, ricordando a sé stesso come la convenzione prevedesse all’articolo 1 che “la mancata realizzazione dell’opera” avrebbe già dovuto comportare la risoluzione di diritto della stessa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento