menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Gli sportivi di Agrigento ricordano Micalizio: "Le nostre vittorie da oggi sono sue"

Un uomo di sport, che nella sua vita è riuscito a mettere d'accordo tutti. Dal capitano della Fortitudo Giancarlo Di Simone, all'ex bandiera dell'Akragas calcio Spagnoli, passando per le pallavoliste dell'Akragas volley Federica Pietrangeli e Melania Blunda, ma anche l'ex Annalisa Sannino

Gli sportivi di Agrigento si stringono attorno ai ricordi del "loro" giornalista Gerlando Micalizio. Un uomo di sport, che nella sua vita è riuscito a mettere d'accordo tuttiDal capitano della Fortitudo Giancarlo Di Simone, all'ex bandiera dell'Akragas calcio Spagnoli, passando per le pallavoliste dell'Akragas volley Federica Pietrangeli e Melania Blunda, ma anche l'ex Annalisa Sannino.

"Era il 2004  - scrive Di Simone - quando, appena 17enne, arrivavo ad Agrigento, carico di speranze e di sogni. Era la mia prima avventura sportiva fuori casa. Giocai con la maglia della Fortitudo nel campionato di C2. La domenica le tribune erano semivuote, pochi tifosi, anzi: quasi nessuno. Ma tu sei stato sempre presente, fin dal primo giorno, quando hai insistito per intervistarmi come 'nuovo arrivo'. Non conoscevo nemmeno come fosse fatta una telecamera. O come si svolgeva un’intervista. Mi hai subito messo a mio agio, mi hai trasmesso simpatia e sicurezza. Da quella volta, abbiamo continuato a vederci praticamente ogni giorno. Tra allenamenti e partite, non c’è stata una gara o un appuntamento che hai saltato. Speravo - continua il capitano della Fortitudo - di poter festeggiare con te una nuova vittoria, ma la malattia non ha voluto rispettare questo mio sogno. Tu, comunque, la partita con la vita l’hai vinta. Hai vinto con la tua dignità e la tua forza, che non ti ha mai minimamente abbandonato. Sei stato grande. L’unica cosa che oggi posso dirti è grazie. Ciao Giullà".

Dal basket al calcio, la "bandiera" Spagnoli ricorda Micalizio così: "Ciao Gerlando. Ti ricorderò sempre come una persona straordinaria nella dedizione. Per il tuo lavoro e la passione sfrenata che avevi per l'Akragas. Rip".

Buona parte dell'Akragas volley, ricorda l'amico Micalizio, Melania Blunda scrive: "Tutti ti ricorderanno non solo per la tua professionalità lavorativa, ma soprattutto perché eri un grande uomo.Rip. Ciao Gerlando".

Federica Pietrangeli scrive: "A te, grande uomo, va il mio pensiero. A te che venivi al palazzetto e mi intervistavi, a te che, come dicevi, ti trasmettevo tanta serenità con il mio sorriso, a te che l'ultima volta che ti ho incontrato è stata un mese fa. Stavi male, ma nonostante tutto non rinunciavi al tuo lavoro. Sei venuto in spiaggia a intervistarci, neanche il dolore e la sofferenza ti hanno fermato. Io - scrive ancora la Pietrangeli - ti ringrazio per essere stato cosi, ma anche per quello che hai fatto per lo sport agrigentino. A te che vivevi di sport va il mio saluto. Mancherai a tanta gente perchè tutti ti volevano bene. Senza di te non sarà più la stessa cosa. Da oggi in poi, per ogni vittoria, il mio pensiero sarà rivolto a te. Grazie grande uomo".

Anche l'ex dell'Akragas volley, Annalisa Sannino ricorda il giornalista Micalizio: "E poi t'immagini se invece si potesse non morire? Tu, saresti ancora qui! Una delle persone piú belle che Agrigento mi abbia fatto incontrare!Ciao Gerlando".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La provincia sempre più digitale, rilasciate 100 mila identità Spid

Attualità

"Belt and Road Exibition 2021”, Agrigento presente alla fiera on line

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento