menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Sferrazza: "L'Akragas esiste ancora per merito mio"

Sferrazza: "L'Akragas esiste ancora per merito mio"

Sferrazza: "L'Akragas esiste ancora per merito mio"

Ospite nella trasmissione "Osservatorio sportivo", l'ex presidente si toglie qualche sassolino...

Torna a parlare l'ex patron biancazzurro Gioacchino Sferrazza. Ospite nella trasmissione "Osservatorio sportivo", condotta da Davide Sardo, l'ex presidente si toglie qualche sassolino dalla scarpa. "Sono contento di vedere l'Akragas in vetta, ma questa squadra è li per merito mio". Non usa giri di parole Sferrazza, schietto e diretto spiega le sue motivazioni. "Lo scorso anno, tra mille difficoltà, abbiamo salvato l'Akragas, senza soldi ma ci siamo riusciti".

Ospite della trasmissione anche l'attuale bomber biancazzurro Giuseppe Carbonaro. L'attaccante ha militato nell'Akragas alternandosi con tre dirigenze: Di Rosa, Sferrazza e Castronovo. A Carbonaro viene chiesto quale di queste tre società, a suo avviso, era le più forte e le più competitiva. Senza giri di parole Bennardo spiega: "Ho vissuto con tre dirigenze diverse e quindi con tre squadre diverse, a mio avviso la più forte è l'Akragas di oggi".

Fa un balzo dalla sedia Sferrazza e con sorriso ironico afferma: "Non ricordi la rosa che avevamo in quegli anni. La vera forza della squadra, molto spesso, è la panchina e a oggi l'Akragas non vanta una lunghissima rosa di riserve all'altezza. Questa squadra - aggiunge l'ex patron biancazzurro - ha bisogno di uno stopper in difesa, per far rifiatare Montalbano e farlo sedere comodamente in panchina, ma anche di un centrocampista capace di inventare e infine di due attaccanti di ricambo dello stesso livello di Bennardo e Carbonaro".

Non solo idee ma anche certezze, infatti l'ex patron si lascia scappare un'affermazione che in settimana farà di certo discutere: "Io conosco il significato della parola amicizia, qualche dirigente dell'Akragas no".

Puntata calda quella andata in onda nella serata di ieri, che ha visto anche due altri ospiti illustri come Cosimo Panepinto e Raimondo Filippazzo. Torna in "campo" l'ex patron biancazzurro che dopo le vicissitudini giudiziarie non esclude l'ingresso in qualche società ma, come precisa lo stesso, "non adesso".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La provincia sempre più digitale, rilasciate 100 mila identità Spid

Attualità

"Belt and Road Exibition 2021”, Agrigento presente alla fiera on line

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento