menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scontri nel post Kamarat - Akragas, Castronovo: "Pronti a ritirare la squadra"

Il vicepresidente dell'Akragas non utilizza mezzi termini. A poche ore dalla fine della partita, condanna gli scontri e si dice pronto a fare un passo indietro insieme a tutta la società

"Incontreremo i tifosi che hanno preso parte agli scontri per lanciare un messaggio chiaro: se si dovessero ripetere simili episodi, siamo pronti a ritirare la squadra dal campionato". Giovanni Castronovo, vicepresidente dell'Akragas, non utilizza mezzi termini. A poche ore dalla fine della partita tra il Kamarat e la squadra biancazzurra, condanna gli scontri tra tifosi avvenuti nel post-gara e si dice pronto a fare un passo indietro insieme a tutta la società.

 
"Noi dobbiamo anche onorare il nome di Agrigento all'esterno, - continua Castronovo - non soltanto nel rettangolo di gioco. Condanniamo l'episodio e ci scusiamo se i tifosi dell'Akragas hanno fatto qualcosa. Sono molto dispiaciuto per quello che è accaduto. Comunque siano andati i fatti, abbiamo perso tutti. Mi dicono che i tafferugli sarebbero partiti dopo che alcuni tifosi di Cammarata avrebbero sottratto agli akragantini uno striscione dedicato al tifoso Willy, prematuramente scomparso. Non ho nulla da commentare. Di fronte un caso di tale gravità non c'è alcun commento" ha concluso il numero due dell'Akragas.
 
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento