menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Milanese lascia la dirigenza, Baldassano: "Lo Sciacca è in vendita"

Un dai e vai durato quasi tutta una stagione, il miracolo della squadra saccensa porta la firma di un tecnico giovane che privo di sussidi sta conducendo il team alla salvezza

Se per adesso i cugini riberesi stanno vivendo un momento magico, lo Sciacca calcio conta i pezzi e prova ad andare avanti. La tegola è arrivata nella mattinata di oggi, l'addetto alle Pubbliche relazioni Carlo Baldassano annuncia l'addio, a fine stagione, del tenico Ettore Milanese.

Un dai e vai durato quasi tutta una stagione, il miracolo dello Sciacca porta la firma di un tecnico giovane che, privo di sussidi, sta conducendo la squadra alla salvezza. Milanese però sceglie di abbandonare la "barca" Sciacca solo a fine stagione. Si dimette da dirigente ma continua a dirigere i suoi giovani fino a salvezza conquistata. La squadra, secondo quanto riferisce Baldassano, "è in vendita". 
 
"Per mesi - spiega il dirigente Baldassano - alla società verdenero è stata promessa la gestione diretta dello stadio comunale, campo di cui il Comune non può più provvedere alla manutenzione ordinaria a causa dei problemi finanziari. Di volta in volta, la delibera che avrebbe permesso alla società di poter intervenire, almeno per la messa in ripristino del danneggiato manto erboso e dell'impianto di illuminazione, è stata rinviata. Ci si aspettava - spiega Baldassano - che l'atto potesse concretizzarsi durante il commissariamento, ma adesso i poteri del nuovo commissario straordinario di Sciacca, limitati agli atti indeferibili, non permettono più di poter effettuare l'iter per l'affidamento".
 
"Dopo le dimissioni di Milanese, lo Sciacca è in vendita e nell'immediato rischia di perdere anche gli altri componenti rimanendo  senza una società per il prossimo campionato che appare, ora più che mai,  in bilico. Milanese e c. non si ritengono responsabili di un eventuale declasssamento del calcio a Sciacca, infatti - ammette Baldassano - lo staff ha acquisito tre anni fa una squadra allo sfascio e retrocessa e nei due successivi anni ha vinto i playoff di girone di prima categoria e partecipando senza nessun aiuto sta raccogliendo gli applausi di tutti gli addetti ai lavori in questo campionato, comunque sia, Tutto è rimandato all'insediamento della nuova amministrazione, ma potrebbe essere già troppo tardi per una squadra che ha invocato più volte l'attenzione e il sostegno delle autorità comunali ricevendo in cambio solo tanta indifferenza. Per la città di Sciacca  - conclude il dirigente - solo l'ennesima mortificazione di non avere più la sua storica squadra di calcio".
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre lo "Sportello di ascolto solidale": aiuterà anche le famiglie

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento