La Lega Navale organizza le regate veliche akragantine

Il comitato e la giuria che daranno il via con segnali acustici e visivi, si riservano di dare eventuali comunicazioni relative al cambio di percorso, proroga o differimento della regata alla quale verrà applicato il regolamento Isaf in vigore e le norme integrative Fiv

Ha preso il via sabato scorso la XIII edizione delle regate veliche akragantine organizzata dalla Lega Navale Italiana sezione di Agrigento e Porto Empedocle. 
 
C’è già grande attesa tra i velisti e gli amanti del mare per le prossime manches che saranno disputate sabato 15  e domenica 16 settembre alle 10dopo il breafing presso la base nautica della Lega Navale a San Leone.
 
Le gare si svolgeranno presso lo specchio acqueo antistante San Leone - Maddalusa secondo un percorso a bastone contrassegnato da boe galleggianti che delimitano il campo di gara.
 
Il comitato e la giuria che daranno il via con segnali acustici e visivi, si riservano di dare eventuali comunicazioni relative al cambio di percorso, proroga o differimento della regata alla quale verrà applicato il regolamento Isaf in vigore e le norme integrative Fiv.
 
"Le regate veliche akragantine che coinvolgono le imbarcazioni tipo mini altura della Lega Navale e degli altri clubs della città - afferma la presidente Silvana Vella Bianchettino - rientrano nell’ottica della valorizzazione della cultura del mare e dello sport riscoperta nella sua più autentica vocazione: il rapporto inscindibile tra uomo e mare”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla statale 115: scontro fra auto e furgone, morta una 59enne di Licata

  • Coronavirus, nuovo boom di contagi in provincia: ad Aragona muore ex sindaco, una vittima pure a S. Giovanni Gemini

  • Il nuovo Dpcm 3 dicembre, cosa si può fare e non fare: tutte le regole di Natale 2020 (e i metodi per "aggirarle")

  • Covid-19, il virus torna a tenere sotto scacco Canicattì: un morto e 35 nuovi positivi

  • Coronavirus, crescono i casi a Canicattì (+11), Ravanusa (+9), Campobello (+3), Racalmuto e Licata (+1): c'è anche un morto

  • Scoperto stabilimento dolciario abusivo, sequestrati generi alimentari scaduti e mal conservati: un arresto

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento