menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Raffadali calcio, si lavora già per la prossima stagione

La prima incombenza riguarda senza dubbio l'iscrizione al campionato. Chiusa la faccenda iscrizione, si dovrà subito pensare all'aspetto tecnico e ragionare su come costruire il gruppo che dovrà affrontare il torneo di Eccellenza

Con l'arrivo del mese di giugno si possono dire ormai finite le ferie per i dirigenti del Raffadali Calcio, non ancora invece per i calciatori che avranno ancora a disposizione un paio di mesi prima di riprendere a faticare.

Non è così, dicevamo, per i responsabili del club gialloverde che proprio in questi giorni stanno pensando a come programmare la nuova stagione. Fra breve ci saranno le prime scadenze importanti, e su questo stanno riflettendo i vertici della società. La prima incombenza riguarda senza dubbio l'iscrizione al campionato. Occorrono poche migliaia di euro, ma con le casse societarie all'asciutto, dopo la "chiusura" della stagione scorsa, dovranno essere i dirigenti stessi ad anticipare i soldi necessari da inviare alla federazione. Ciò in attesa che si predisponga un piano finanziario complessivo che assicuri il budget necessario per affrontare senza patemi la stagione. A proposito di questo, pare che l'amministrazione comunale voglia concedere un contributo non ancora quantificabile, ma il "grosso" delle somme dovrà necessariamente arrivare dagli sponsor, dagli incassi e da eventuali altre forme di finanziamento.

Chiusa la faccenda iscrizione, si dovrà subito pensare all'aspetto tecnico e ragionare su come costruire il gruppo che dovrà affrontare il torneo di Eccellenza. In realtà i dirigenti stanno già lavorando da qualche settimana, anche se, ufficialmente, non è possibile comunicare nessun movimento. Pare però che ci sia stato qualche contatto con un attaccante di categoria e un difensore centrale che assieme ad un centrocampista di spessore dovrebbero comporre la spina dorsale della formazione di Gaetano Longo. Lo stesso tecnico gialloverde si sta invece personalmente incaricando di trovare i giocatori juniores che, da regolamento, devono obbligatoriamente essere inseriti in squadra. Si pensa di attingere al vivaio gialloverde, ma quasi certamente occorrerà guardare anche fuori, per trovare qualche giovane di talento da lanciare in prima squadra. Su questo aspetto il tecnico Longo non vuole assolutamente sbagliare perché, molto spesso, trovare dei giocatori juniores di qualità vuol dire fare la differenza in positivo, rispetto ad altre squadre, costrette a schierare ragazzi non all'altezza. Sul fronte stadio, invece, nulla ancora è stato fatto, ricordiamo che la struttura comunale necessita di uno spazio riservato al settore ospiti per poter ottenere il beneplacito della commissione spettacoli.

L'ufficio tecnico comunale sta valutando quali soluzioni mettere in pratica per approntare nel giro di qualche mese, in ogni caso entro settembre, una tribuna omologabile, per permettere al pubblico, sin dalle prime gare ufficiali e cioè la Coppa Italia, di poter assistere alle gare interne del Raffadali. I tifosi, in questi frangenti, seguono con attenzione l'evolversi delle varie situazioni. Preoccupati per la questione stadio, che qualora non si risolvesse potrebbe privarli di assistere allo spettacolo delle prime gare. E vigili anche sul fronte tecnico e speranzosi di vedere allestita una rosa di giocatori che possa farli divertire per l'intera stagione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

"Belt and Road Exibition 2021”, Agrigento presente alla fiera on line

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento