menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Calcio, Fabio Bruno è il nuovo presidente del Raffadali

Nella prima riunione, oltre a ridefinire l'assetto dirigenziale, si è parlato anche di chiusura finanziaria della passata stagione, budget a disposizione per quella nuova e non si sono tralasciati gli aspetti tecnici

Prima riunione operativa dei dirigenti del Raffadali che hanno iniziato a programmare l'imminente stagione in Eccellenza. La prima novità riguarda il cambio della guardia al vertice della società: all'uscente Giacomo Lo Mascolo, che rimane nel direttivo, subentra l'imprenditore Fabio Bruno. Un cambio annunciato, così come è nello spirito della gestione collegiale dei dirigenti gialloverdi.

Nella prima riunione, oltre a ridefinire l'assetto dirigenziale, si è parlato anche di chiusura finanziaria della passata stagione, budget a disposizione per quella nuova e non si sono tralasciati gli aspetti tecnici. Con il riconfermato tecnico Gaetano Longo, si è già stilato un programma di massima per cercare di rinforzare la squadra e renderla competitiva per il torneo di Eccellenza.

Tutti i reparti verranno "ritoccati", in particolare si è parlato di un difensore centrale, due centrocampisti e due attaccanti. È chiaro che qualcuno dovrà andar via e non tutti potranno essere riconfermati. Al momento, però, non c'è nulla di certo, a parte la sicura partenza del bomber Marcos Tabasso che partito per la sua natia Argentina, ha deciso di rimanere in patria con la famiglia. Un duro colpo per il reparto offensivo del Raffadali, che la scorsa stagione fece grande affidamento sui gol, ma soprattutto sulla presenza fisica del poderoso centravanti sudamericano che per diverse gare risultò decisivo, facendo, come si suol dire, reparto da solo. Oltre all'aspetto tecnico si cerca di curare quello finanziario, basilare per una tranquilla conduzione della stagione agonistica.

Nei giorni scorsi, tramite l'affissione di manifesti pubblici, contenenti l'imperativo-slogan: "Restiamo in Eccellenza", si è avviata una campagna di sensibilizzazione popolare e di potenziamento della società. Una sorta di azionariato popolare che avrebbe un doppio scopo. Quello di portare denaro fresco nelle casse societarie, oltre a quello di responsabilizzare direttamente gran parte della tifoseria che verrebbe così maggiormente coinvolta nelle scelte, non solo tecniche, dei dirigenti. L'idea è quella di, tramite piccoli versamenti mensili, coinvolgere nel progetto un gran numero di tifosi. Alla stessa maniera, si cerca un pool di sponsor, non il grosso imprenditore, utile a impinguare le casse societarie, con minimi contributi che non pesino sui bilanci delle aziende ma che potrebbero risultare vitali per quello del Raffadali.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La provincia sempre più digitale, rilasciate 100 mila identità Spid

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento