Mister Vullo si presenta alla stampa, il tecnico: "Non potevo dire di no alla mia Akragas"

L'allenatore è stato presentato nella sala stampa dello stadio "Esseneto". Castronovo non si nasconde e parla chiaro: "Era la nostra prima scelta"

Non ho mai avuto dubbi, ho detto subito sì”. Si presenta così mister Vullo, il nuovo tecnico dell’Akragas ha parlato durante la conferenza stampa che si è tenuta allo stadio Esseneto. Vullo, vera prima scelta del diesse Russello, ha sposato con entusiasmo il progetto biancazzurro. “Conosco il mister come le mie tasche – ha detto il direttore sportivo durante la conferenza stampa di oggi – abbiamo lottato insieme e so bene di che pasta è fatto. Avevo già la mia scelta, lui è l’uomo giusto per l’Akragas”. Dello stesso avviso è il patron, Giovanni Castronovo. Il presidente, però, non perde occasione per togliersi qualche sassolino dalla scarpa. “Mutolo ha avuto una caduta di stile. L’abbiamo accettata e siamo andati avanti. Adesso, con noi, c’è Totò Vullo. Potevamo cercare altri allenatori, ma nessuno meglio di Vullo conosce l’ambiente agrigentino. Lui è uno dei nostri. Ringrazio Ciccio Nobile per la disponibilità e professionalità mostrata. Innesti di mercato? Qualcosa bolle in pentola, vedremo. Non mi nascondo, Vullo rimarrà con noi anche l’anno prossimo. Dico a chiare lettere che questo gruppo è speciale. Umanamente non ho mai conosciuto un team così affiatato. Non voglio rompere gli equilibri, arriverà qualcuno ma i miei giocatori non si muoveranno da qui”.

Vullo ha risposto alle domande dei giornalisti presenti. “Akragas? Non sono venuto allo stadio per rispetto di chi era seduto su quella panchina. Non l’ho ritenuto corretto. Poi, la chiamata ed il mio si. Non alleno da due anni per scelta mia, all’Akragas non potevo dir di no”. Entusiasta della scelta fatta anche il dirigente Bruccoleri. “E’ il miglior tecnico a disposizione”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dimentica gli occhiali che spariscono in un lampo: interviene la polizia

  • Notte di fuoco fra Palma e Licata: distrutte le auto di insegnante e agricoltore

  • Cliente preleva allo sportello e si accorge dell'incendio in banca: chiusa piazza per ore

  • Il mondo di un agrigentino a Budapest, Gero Miccichè: "Io e la Disney, una grande emozione"

  • Sorpresa in un'osteria di Realmonte, arriva Giancarlo Giannini

  • "Proteggere i resti del tempio di Zeus alla base del porto", l'allarme corre sui social

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento