menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Moncada applaude i suoi, Muscolino: "Gli avversari? Nulla di trascendentale"

Manca un giorno alla partita delle partite: Viola-Fortitudo, il match che deciderà le sorti del campionato. Il primo atto è di stampo Fortitudo per capire le sorti del secondo si dovrà attendere domani

Partiranno con un sogno quasi realizzato: la Divisione nazionale A. La Fortitudo Agrigento partirà quest'oggi per Reggio Calabria. Un roster al completo e con immensa fame di vittoria si imbatterà nella bolgia dell'immenso Palacalafiore.
 
Il primo atto è stato conquistato in lungo e in largo dalla Fortitudo, il secondo atto, in scena domani alle 18, deciderà le sorti del campionato.
 
Nel post partita di domenica il presidente della Fortitudo, Salvatore Moncada, aveva elogiato la compattezza del suo roster, mentre il massimo dirigente di casa Reggio, Muscolino, provava a capire il perchè di una cosi netta disfatta: "Ho visto una squadra che non conosco, una partita storta ci può stare ma dobbiamo rialzarci subito. Dobbiamo rimetterci subito al lavoro, pensando a giovedì, non ho visto nulla di trascendentale negli avversari - ha detto a margine della partita di domenica il presidente della Viola - siamo alla portata di Agrigento".
 
Muscolino verso Moncada, Reggio verso Fortitudo, una sfida ancora non finita del tutto, dei minuti ancora da giocare e delle parole ancora da spendere. La Fortitudo avrà con sè "l'onda biancazzurra", tantissimi i tifosi che partiranno domani per supportare un roster che in tutta quanta la durata del campionato è stato leader indiscusso.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento