menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La Free volley

La Free volley

Favara, la Free Volley si presenta alla città

Il sindaco di Favara Rosario Manganella ha manifestato il suo entusiasmo accogliendo, simbolicamente, nella propria casa le atlete che sono salite una ad una sul palco

Sabato scorso la Sistet Free Folley di Favara si è presentata alla città, in una stracolma sala conferenze sita all'interno del castello Chiaramonte, nel centro cittadino.

Un folto pubblico composto da tifosi storici, rappresentanti della politica locale, familiari ed amici ed il presidente del Comitato pProvinciale della Federazione italiana pallavolo e il vicepresidente provinciale del Comitato Olimpico Nazionale Italiano, oltre che tanti curiosi, per un totale di ben 300 unità (tra le quali rappresentanti anche dei numerosi sponsor che stanno appoggiando il nuovo progetto pallavolistico su Favara), ha accolto, nell'ordine, la dirigenza, con a capo Gero Niesi, presidente; Maurizio Argento, socio fondatore e storico vicepresidente della società nata nel lontano 2006; i sempre presenti, in tutti questi anni, Piero Zarcone e Enzo Siracusa (anche lui uno dei soci fondatori); il neo dirigente Domenico Valenti, e ancora il consulente e segretario Carmelo Scutellà, l'esperto di fotografia, grafica e marketing Michele Vernice, che ha organizzato la serata e ha allestito la sala.

A presentare tutti i protagonisti Davide Sardo, il quale ha introdotto i lavori con la presenza sul palco degli assessori favaresi. Ha preceduto la presentazione dell'intera Free Volley un emozionante ricordo di Totò Arancio di quella che è stata, per lui, più una passione che non un lavoro giornalistico. Salvatore Arancio, accompagnato dalla moglie, ha ricordato l'ultimo anno a Favara (prima dei quattro anni di "esilio") in cui la giovane formazione locale concluse al primo posto il torneo provinciale di prima divisione, salvo giungere secondi per un "comma" regolamentare.

Sempre il giornalista favarese ha ribadito l'importanza della nuova identità favarese acquisita dalla società del presidente Niesi. A permettere l'ingresso a Favara e al palazzetto intitolato ad Antonio Giglia, l'Amministrazione comunale che si è impegnata sodo per permettere la riapertura della immensa struttura di contrada "Pioppo". L'assessore alle Politiche giovanili Giuseppe Milioti ha ribadito che "occorre mantenere alto l'impegno per non far volare via quanto in due mesi si è costruito, conscio della complessa gestione, da parte della macchina comunale, di una struttura di tali dimensioni". E, ancor prima dell'ingresso delle atlete, è stata la volta dell'assessore Antonietta Vita, che si è sentita particolarmente coinvolta, in quanto assessore donna, in un movimento pallavolistico che è incentrato, per l'appunto sullo sport femminile.

E' stata anche la volta del direttore sportivo Geraci, il quale ha descritto come abbia strutturato l'attuale "rosa", al momento di 10 atlete, a disposizione del mister Giuseppe Candura, il quale, a sua volta, ha manifestato idee chiare su quello che è il suo progetto tecnico. Il coach agrigentino non sarà da solo: a coadiuvarlo in allenamento i suoi collaboratori Stefano La Porta, forte giocatore che ha militato in serie D e C negli ultimi anni a Porto Empedocle, e Salvatore Lana, allenatore di primo grado, che, da sempre, ha dedicato un'infinità di energie per le "piccole" della società. Ma da quest'anno, a curare la ricostituzione del vivaio che a Porto Empedocle si era via via depauperato, collaborerà un'atleta favarese, che è stata decisamente la più forte giocatrice di tutta la serie C nella passata stagione: Francesca Cusumano, oggi in forza all'Aragona, avrà il compito di riavviare alla grande il progetto del vivaio, in un'epoca in cui la "sostenibilità" dello sport passa inevitabilmente dalla crescita, costante e continua, di nuove leve locali.

Il sindaco di Favara Rosario Manganella ha manifestato il suo entusiasmo accogliendo, simbolicamente, nella propria casa le atlete che sono salite una ad una sul palco.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre lo "Sportello di ascolto solidale": aiuterà anche le famiglie

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento