Pallavolo Aragona, dimissioni coach Secchi: arriva Dagioni

Inaspettate le dimissioni dell'ormai ex allenatore biancazzurro. Il suo sostituto ha già incontrato il patron Di Giacomo

Il patron Di Giacomo e Massimo Dagioni

"La Seap Dalli Cardillo Pallavolo Aragona comunica che il tecnico Luca Secchi ha rassegnato le dimissioni da allenatore della prima squadra per motivi personali. La Società ringrazia il tecnico sardo per il lavoro svolto e gli augura le migliori fortune in campo professionale e umano". Cambia allenatore la società del patron  Nino Di Giacomo.  Alla base dell'addio ci sarebbero dei motivi strettamente personali. L'allenatore lascia dopo neppure un anno. In sede, quest'oggi, il neo tecnico Massimo Dagioni. 

Il tecnico, che nella prima parte della stagione 2019/2020 ha guidato la Saugella Monza nel campionato di serie A1. Nato a Roma, classe ’66, Dagioni è un tecnico esperto, con tanta qualità e grande attenzione al dettaglio. Nella sua lunga carriera vanta anche la vittoria dello scudetto in Tunisia e della Coppa nazionale con lo Sfax. Coach Dagioni, oggi pomeriggio, ha diretto il primo allenamento con la sua nuova squadra e sabato farà il suo esordio in panchina contro il Palmi, al palasport Pippo Nicosia di Agrigento, alle 17, per la seconda giornata di ritorno del campionato di serie B1, girone D. Coach Massimo Dagioni sarà presentato alla stampa domani pomeriggio, alle 17:30, presso la sala stampa del palasport Pippo Nicosia di Agrigento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Intascava i soldi delle carte di identità elettroniche", arrestato impiegato comunale

  • Vede l'auto in fiamme, si precipita in strada e viene accoltellato: un arresto

  • Coltello alla mano si scaglia contro la moglie e la colpisce alla tempia: 58enne arrestato per tentato omicidio

  • Non ha soldi nemmeno per i vestiti e la biancheria, reclusa chiede aiuto ai "Volontari di Strada"

  • L'incidente di Canicattì, le ferite erano così gravi da uccidere la 35enne?

  • Anziano si fa masturbare in strada: nuovo caso di atti osceni in luogo pubblico

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento