menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pallavolo, continua la favola Aphesis

Il Vittoria è venuto a Porto Empedocle pronto a rispedire al mittente la sonora sconfitta di sette giorni prima. E dire che erano state Francesca Romeo e compagne a partire benissimo

L'Eurocassonetto Aphesis 06 si conferma regina del PalaHamel, nuovamente contro il forte Vittoria e passa alle semifinali di Coppa Sicilia al termine di un incontro memorabile. Crediamo che per i deboli di cuore non ci fosse posto nelle tribune della struttura empedoclina e ciò è merito di due formazioni che con carattere, tecnica e infinite risorse fisiche e mentali hanno dato origine a quella che forse è la partita delle partite nella storia dell'Aphesis: per l'incertezza del risultato, per i micidiali capovolgimenti di fronte ora in favore dell'una ora in favore dell'altra e, alla fine, la differenza l'ha fatta l'ennesima impennata delle aphesisine all'ultimissimo sgocciolo di gara. 

Il Vittoria è venuto a Porto Empedocle pronto a rispedire al mittente la sonora sconfitta di sette giorni prima. E dire che erano state Francesca Romeo e compagne a partire benissimo, prendendo il largo e dominando il primo set, chiuso sul 25-17. 
 
Si è ripartito nel secondo parziale con la formazione guidata da Diego Sutera e Peppe Candura che ha imposto ritmi molto alti e ha preso un cospicuo vantaggio. Poi, un po' per un primo calo delle nostre, ma forse soprattutto per la veemente reazione delle ospiti, che non ci stavano a soccombere senza opporre la giusta reazione, il set ha cambiato le proprie sorti. 
 
Il Vittoria rimontava (e dire che l'Aphesis aveva pure un set point) e chiudeva a oltranza sul 26-24. Le empedocline sembravano tramortite dal set sfuggito dopo averlo condotto per buona parte. E stavolta a infliggere autentiche mazzate sono state le vittoriesi che, lanciatissime, hanno chiuso in maniera perentoria il parziale sul 25-17. 
 
Sembrava l'epilogo, perché le avversarie di questo quarto di finale si sono dimostrate, lungo tutto l'arco della stagione, formazione molto cinica e senza pietà. Ma al PalaHamel una gara non si chiude mai finché non si è versata l'ultima goccia di sudore. 
 
E così l'Aphesis è partita in maniera forsennata, rabbiosa e, con il supporto del PalaHamel quasi completamente gremito e caldo come una bolgia dantesca, ha imposto alle favorite (sulla carta) avversarie l'impeto delle migliori prestazioni casalinghe: 25-18 senza discussione alcuna e tie break. A questo punto le due avversarie, come due pugili all'ultimo round, ricercavano, con infinito coraggio, il colpo del Ko. Era il Vittoria a prendere un modesto vantaggio, ottenendo, al cambio di campo, un importante 6-8. 
 
Che poi diventava 7-10 e anche 10-12. Ma a questo punto la difesa aphesisina saliva in cattedra pigliando tutte le saette che le vittoriesi schiacciavano a terra, compiendo l'impresa della rimonta fino al 14-13. Il primo match point veniva annullato ma due stoccate delle nostre chiudevano il set sul 16-14 e il match, bellissimo, sul 3 a 2. Applausi meritati alla fine per tutte le stremate protagoniste.
 
Ma in semifinale va solo l'Aphesis. A maggio sarà semifinale in gara unica a Santa Teresa di Riva contro le locali della Effe Volley,: una trasferta che sarà difficilissima. A decidere su chi ospiterà la semifinale una differenza di soli tre punti tra il 3 a 2 delle messinesi e il 3 a 2 delle aphesisine. E domenica prossima parte la seconda parte della stagione. Di scena i quarti di finale dei play off. Si inizia a Paternò (inizio di gara alle 20).
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

"Belt and Road Exibition 2021”, Agrigento presente alla fiera on line

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento