rotate-mobile
Sport

Nasce l'"Ufficio Guazzelli" La moglie: "Amava la gente"

Cerimonia dinanzi alle forze dell'ordine e alle altre figure istituzionali e al procuratore capo...

E' stato intitolato al compianto maresciallo Giuliano Guazzelli, l'ufficio dei carabinieri della Procura di Agrigento. Questa mattina, dinanzi al luogotenente Vincenzo Mangiavillano, al colonnello Mario Di Iulio, al procuratore Ignazio De Francisci e alle altre figure istituzionali, il procuratore capo di Agrigento, Renato Di Natale, ha illustrato alla vedova Guazzelli le motivazioni per il quale la Procura ha deciso di apporre una targa in memoria del maresciallo.

"Guazzelli
- ha spiegato Di Natale - è stato e sarà un esempio per tutti noi, un uomo che ha contribuito a operazioni di grande spessore. Il maresciallo, seppur vicino alla pensione, non si è mai risparmiato, ha voluto sempre e comunque contribuire a questa efferata lotta alla mafia. Questa targa va a dimostrare il nostro senso di riconoscenza verso un uomo cosi devoto al proprio lavoro".

Visibilmente emozionata, la vedova Guazzelli ha ringraziato tutti i presenti. "Venire ad Agrigento per me è dura, è una ferita che si riapre anche dopo tanti anni. Mio marito amava la gente, amava il suo lavoro e non ha mai smesso di credere in ciò che faceva".

Il colonnello Di Iulio ha percorso sommariamente le tappe del maresciallo Guazzelli, fino ad arrivare al tragico evento. Guazzelli moriva nel 1992 vittima di un agguato mafioso sul viadotto Morandi, a oggi sui mandanti dell'omicidio pendono diversi capi d'accusa. L'ultimo dei dieci arrestati è Gerlandino Messina.

Tanti applausi per il maresciallo Guazzelli, un uomo, a detta dei presenti, riservato ma con un amore spasmodico verso la sua famiglia e il suo lavoro. "La targa - ha concluso la vedova del maresciallo - splenderà ancora per molto tempo e, chiunque leggerà questo riconoscimento voglio che sappia che grande uomo era mio marito".

Foto di Calogero Montana Lampo


In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nasce l'"Ufficio Guazzelli" La moglie: "Amava la gente"

AgrigentoNotizie è in caricamento