La "moto terapia Take-away"? In città si può: ecco l'idea di "Motor life"

I volontari sono pronti a visitare le case degli agrigentini per condurli verso un’esperienza unica

La moto terapia “take away”? In città esiste e si può anche fare. L’idea nasce grazie all’associazione Motorlife. Il progetto benefico è rivolto ai soggetti fragili. I volontari sono pronti a visitare le case degli agrigentini per condurli verso un’esperienza unica.

"In questo periodo in cui il mondo si è fermato le persone più fragili, che già prima di questa pandemia erano chiuse nelle loro vite, sono state dimenticate. Ci sono ragazzi - riferiscono dall'associazione - a cui è stato tolto tutto in questi mesi (centri educati, terapie, attività ludiche, visite mediche ecc). Il nuovo progetto di Vanni Oddera mira a regalare a questi eroi gioia ed emozioni positive per sopperire il momento difficile appena trascorso".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E sulla terapia "take away" l'associzione risponde così: "Basta contattarci ed insieme concorderemo un appuntamento, verremo noi a casa vostra, tutto avverrà in maniera totalmente gratuita, rispettando tutti i protocolli di sicurezza relativi a questo periodo che stiamo vivendo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dopo 24 giorni la magia s'è dissolta: il nuovo caso di Covid-19 a Campobello fa salire a 126 i contagiati

  • Bastonata, ceffone e pedata in pieno centro: indagine verso la svolta

  • "La cultura riparte", riapre la Valle dei Templi: ingresso gratis per tutti

  • Incidente a Broni: scontro frontale fra due auto, muore 29enne di Ravanusa

  • "Calci, pugni e coltellate a due immigrati": uno ridotto in fin di vita, arrestati 4 ragazzini

  • S'è aperto il "fronte" tunisino: aumentano gli sbarchi e ci sono tanti "indesiderati"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento