menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
CALCIO: Monreale-Akragas, Montalbano e Scalia nemici per un giorno

CALCIO: Monreale-Akragas, Montalbano e Scalia nemici per un giorno

CALCIO: Monreale-Akragas, Montalbano e Scalia nemici per un giorno

In casa agrigentina si ha un Montalbano carico e voglioso di far bene. I normanni vivono...

Sabato, per volere del sorteggio svolto una settimana fa a Capo d’Orlando, la giornata di campionato proporrà la sfida tra i due tecnici riberesi. Paolo Scalia siederà sulla panchina dell’Audace, Enzo Montalbano su quella akragantina. Una partita molto sentita, non solo per questo motivo, ovviamente, ma perché si tratta dell’esordio ed entrambe le compagini vorranno fare bene. Da un lato Vincenzo Montalbano memore dell'eliminazione in Coppa Italia, ci tiene a far bene ma soprattutto a riscattare la sua Akragas. Dall'altro il Monreale che vuol far bella figura dinnanzi al proprio pubblico.

Scambio di battute tra i tecnici riberesi, Scalia e Montalbano nemici per un giorno. "Il mio migliore in bocca al lupo a Vincenzo Montalbano e all’Akragas, magari cominciando dalla settimana prossima”. Sceglie la formula di una simpatica battuta il tecnico dell’Audace Monreale, non è da meno Montalbano che ha affermato: "Per me questa è una partita speciale, affrontare un mio compaesano è sempre un piacere - sottolinea Montalbano - Paolo Scalia è un grande amico e un serio professionista, spero che faccia bene dalla prossima gara".

Durante la breve intervista il tecnico akragantino affronta altri temi, uno su tutti il campo in terra battuta, che nella scorsa partita è stato il nemico numero uno della squadra biancazzurra: "Veniamo da dieci giorni di preparazione a Comitini, molti sono abituati a giocare nel sabbiato, quindi non dovrebbero esserci problemi particolari".

L'Akragas ha un roster di alta classifica e, sulla carta parte da favorita, a tal proposito Montalbano dichiara: "L'Akragas non parte da favorita, sappiamo tutti che il calcio è uno sport imprevedibile, andiamo li con un'unica priorità: fare una buona partita, poi sarà il campo a decidere quale sia la squadra più forte".

In casa Monreale tutto sembra andare per il verso giusto. Le notizie che arrivano dal collega di Monrealenews Enzo Graci, fanno sapere che la squadra normanna ha archiviato il passaggio del turno in Coppa Italia quasi con un miracolo. A tempo scaduto il gol dell’ultimo arrivato, Carmelo Di Grazia le ha consentito di eliminare la Palermitana. La vigilia viene vissuta in maniera abbastanza tranquilla. Tutti i giocatori sono a disposizione. L’unico dubbio che arrovella la mente di Scalia è l’impiego del bomber Dell’Orzo, alle prese con qualche problema alla mano. Una decisione verrà presa all’ultimo minuto.

"Formazione?
Il tecnico del Monreale non la darà mai in anticipo - afferma il collega Enzo Graci - nemmeno sotto tortura, ma con tutti gli uomini a disposizione le scelte dovrebbero essere facili. Frattanto al “Conca d’Oro” di Monreale è atteso un mini esodo di tifosi agrigentini.

In casa Akragas si ha un Montalbano carico e voglioso di far bene. L'Akragas andrà a Monreale con i suoi undici titolari, salvo Spina assente per squalifica, da valutare le condizioni del bomber Carbonaro. A sedersi sulla panchina non sarà Vincenzo Montalbano anche lui assente per squalifica ma il suo vice Francesco Nobile.


Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento