L'agrigentino Marco Portannese pronto ad un ritorno in A2? Scafati ci pensa

L'atleta, figlio d'arte, in estate si è allenato con la Fortitudo Agrigento, ha già indossato la maglia del club campano

Marco Portannese torna a giocare in A2? Secondo quanto fatto sapere da “Spicchi d’Arancia”, l’agrigentino sarebbe finito nei radar del team di Longobardi. 

Scafati, che non sta vivendo un buon momento, starebbe pensando ad un rinforzo di spessore, ovvero Marco Portannese. L’agrigentino che in estate si è allenato con la Fortitudo Agrigento, ha già indossato la maglia del club campano.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Scafati infatti avrebbe raggiunto un’intesa di massima con Marco Portannese che - secondo quanto fatto sapere da Spicchi - potrebbe unirsi al club campano dal 16 dicembre quando con l’inizio del girone di ritorno si aprirà una nuova finestra per i tesseramenti suppletivi dopo che la Givova ha usato quello del girone di andata per Deshawn Stephens. Portannese, attualmente in Svizzera ai Lugano Tigers (6g, 14.8ppg, 5.8rpg e 3.5apg), era già stato a Scafati nel 2010-11 e nel 2015-16 con Giovanni Perdichizzi in panchina.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sbaglia auto e forza la portiera: scoppia il caos nel parcheggio del supermercato

  • Dopo 24 giorni la magia s'è dissolta: il nuovo caso di Covid-19 a Campobello fa salire a 126 i contagiati

  • Bastonata, ceffone e pedata in pieno centro: indagine verso la svolta

  • Incidente a Broni: scontro frontale fra due auto, muore 29enne di Ravanusa

  • "Calci, pugni e coltellate a due immigrati": uno ridotto in fin di vita, arrestati 4 ragazzini

  • S'è aperto il "fronte" tunisino: aumentano gli sbarchi e ci sono tanti "indesiderati"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento