menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nuovo botta e risposta tra Giavarini e Amico, il patron dell'Akragas: "Nuovi soci? Incontriamoli"

Marcello Giavarini e Giovanni Amico tornano a parlarsi, il presidente onorario invita l'assessore ad un incontro tra la cordata di imprenditori e lo stesso patron licatese

"Gli investirori? Esistono, non invento trattative falsa". Erano state queste le parole di Giovanni Amico, l'assessore aveva rilasciato un'interivista per AgrigentoNotizie. Amico, faceva riferimento ad una trattativa con dei possibili investitori interessati all'Akragas. Pronta la risposta del presidente onorario biancazzurro, Marcello Giavarini: "L'assessore in una intervista fa riferimento ad una cordata che lo scorso anno si era proposta. A tal fine - dice Giavarini - desidero chiarire e comunicare all'assessore Amico che sarebbe opportuno che i diretti interessati inviino, a chi detiene la maggioranza, una comunicazione ufficiale dove viene manifestata la volontà a trattare. Tale prassi è stata praticata lo scorso anno dal sottoscritto, quando ho deciso di aquistare le quote di maggioranza definendo nel giro di tre settimane la trattativa. Per quanto riguarda la volontà di questi eventuali soggetti di entrare in società, chiedo all' assessore Amico: quali quote intendono rilevare, quelle della maggioranza o della minoranza o altro? Se intendono acquistare le quote di maggioranza non ha importanza sapere dal sottoscritto la strategia futura dato che saranno loro ad elaborare i programmi per la prossima stagione. Intendono rilevare una quota della minoranza? Per dare risposte a queste domande è necessario che l'assessore Amico, in mia presenza,  organizzi un incontro a Roma o ad Agrigento per chiarire i dubbi da me sollevati. Voglio ancora una volta ribadire che intendo cedere le mie quote societarie alle cordate, che come afferma l'assessore, hanno interesse nel calcio e non  come quella proposta formata da emiliani con a capo Privitera, che non avevano mai manifestato interesse ad entrare in società.  Per cui rinnovo l'invito all'assessore di organizzare un incontro,  anche nella giornata ci martedì prossimo, in considerazione del fatto che i tempi per l'iscrizione al lrossimo campionato stanno per scadere e ancora i miei soci non hanno trovato la somma che serve loro da versare nelle casse sociali. Personalmente confermo il mio impegno e la mia disponibilità a finanziare con 400  mila euro la società ma solo dopo che i miei soci tutti, hanno versato la loro quota ammontante a 200 mila euro".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Coronavirus: è arrivato lo spray nasale che aiuta a proteggersi

Attualità

Un aiuto per i più deboli: la Brigata “Aosta” dona beni di prima necessità

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento