menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La prima CorriRaffadali chiude la Tregiorni di sport e cultura

La prima CorriRaffadali chiude la Tregiorni di sport e cultura

La prima CorriRaffadali chiude la Tregiorni di sport e cultura

Più di trecento atleti, impegnati in vari sport, hanno animato il week-end a Raffadali

Si è conclusa a Raffadali la “Tre giorni” di cultura e sport, organizzata dalla Cescus di Fabrizio Ragusa, dall’Aics del presidente Calogero Basile, in collaborazione con la Fidal di Agrigento, il Comune di Raffadali e l’Assessorato regionale della Famiglia. Dopo il seminario sulla salute e sul benessere psicofisico della persona, si è dato vita ad una serie di eventi sportivi che hanno calamitato l’attenzione degli sportivi raffadalesi. Nell’impianto dello stadio comunale che comprende anche un campo di calcio a 5 e uno di tennis si sono svolti tre tornei.

La sfida calcistica di calcio a 11 ha visto trionfare l’Amatori Raffadali, che in finale ha battuto la Cescus Raffadali dopo una gara piuttosto equilibrata. Nella finale per il terzo posto si sono imposti gli Ospedalieri che hanno sconfitto di stretta misura gli extracomunitari. Nel torneo di calcio a 5, riservato ai ragazzi, il primo posto è andato alla Futura Raffadali che in finale ha sconfitto i ragazzi del Favara. Terzo posto per la Gattopardo di Palma Montechiaro che si è imposta sull’ASCD Raffadali. Nel torneo di tennis la finale under 13 ha visto la vittoria di Antonino Argento, che in una finale molto combattuta, ha superato l’amico Angelo Galvano, col punteggio di 6/3 6/4.

Spazio anche al volley nella palestra della scuola media Galilei dove una doppia sfida tra le ragazze dello Star Volley Raffadali e la Red Fox di Cammarata. Sia nell’under 16, sia nella gara open, so sono imposte le raffadalesi guidate da Antonella Casà e Alessandra Pecorelli. Ieri mattina c’è stata poi la prima edizione della “CorriRaffadali”, una stracittadina corsa nel centro storico del paese. Oltre cento i partecipanti anche da fuori provincia. Nella categoria open maschile ha vinto Roberto Bellanca dell’Amatori Aragona, seguito sul pofdio da Giuseppe Piruzzo e Pasquale Rota. Tra le donne si è imposta Stefania Callea del G.S. Valle dei Templi, seguita da Edna Caponnetto e Valentina Argento. Tra i vincitori di categoria citiamo il raffadalese Michelangelo Cassaro impostosi tra gli over 60.

Tra le attività collaterali si sono svolte alcune esibizioni di arti marziali, aerobica e boxe, mentre nei locali della biblioteca comunale è stata allestita una mostra fotografica e pittorica nella quale hanno esposto Giuseppe Barna, Gerlando Meli, Andrea Casà e Giuseppe Lo Pilato. Al termine della maratona soddisfazione è stata espressa dal vicesindaco Santino Farruggia e da uno dei principali organizzatori Fabrizio Ragusa che hanno sottolineato entrambi l’importanza di simili eventi che possono contribuire a contrastare i circoli viziosi dell’alcol e della droga ed a orientare i giovani verso percorsi più virtuosi come quello dello sport.

A Raffadali si è dimostrato che con poco si può fare molto e l’ottima riuscita della manifestazione invoglia tutti a ripetere questa esperienza anche il prossimo anno.


Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre lo "Sportello di ascolto solidale": aiuterà anche le famiglie

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento