Real basket Agrigento, via all'attività sportiva

Per la stagione sportiva 2015/2016 diverse sono le iniziative per promuovere sia la Pallacanestro che la Pallavolo per bambini e bambine delle scuole primarie, elementari e medie

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

E' già partita la stagione 2015/16 della Real Basket di Agrigento di Alessandro Bazan e Lucia Zebri ed è già un successo. Alle giornate all'aperto hanno partecipato tanti bambini chi per la prima volta, chi già piccolo veterano. Anche quest'anno saranno avviati i centri di Mini Basket e Mini Volley come nelle passate stagioni nella palestre di Fontanelle e della zona Calcarelle (vicino Polo Universitario)

Per la stagione sportiva 2015/2016 diverse sono le iniziative per promuovere sia la Pallacanestro che la Pallavolo per bambini e bambine delle scuole primarie, elementari e medie.

Lucia Zebri, per i corsi di Mini Volley, tutti i Martedì di Settembre, sarà nella palestra della Scuola di Fontanelle per far giocare i bambini, mentre per il Mini Basket, che sarà guidato come sempre da Alessandro Bazan Ivana Miccichè e Alessio Bazan, chi vorrà provare si può recare sempre nella palestra di Fontanelle tutti i Lunedì e Giovedì di Settembre per prove assolutamente gratuite.

Per venire incontro alle esigenze delle famiglie, sono previste agevolazioni per chi sottoscrive l'abbonamento annuale, per il 2° figlio è prevista una riduzione del 50% e per il 3° figlio uno sconto del 75%. Altre promozioni sono valide per chi porta un amico.

"Abbiamo oramai un numero consistente di bambini e bambine, la stagione appena trascorsa ha visto partecipare circa 150 bambini al Mini Basket, 90 bambini al Mini Volley e altri 30 ragazzi che hanno partecipato ai campionati Under 13 e Under 15 di Basket". Quest'anno ci prefiggiamo un obbiettivo ancora maggiore visti i risultati di Basket, sia a livello locale con la Fortitudo che ha fatto una stagione strepitosa, che a livello nazionale con la nostra ItalBasket che stà giocando in questi giorni un Europeo fantastico. Siamo già a buon punto con il numero dei partecipanti al Mini Basket e con il settore giovanile, che quest'anno ci vedrà impegnato con i campionati Under 13, 14 e 16, abbiamo cominciato giorno 1 Settembre, ottimi anche i risultati delle mini atlete di pallavolo. Come sempre faccio un appello a tutti i genitori che spingano i propri figli a fare sport e allontanarsi per un po' dalle dipendenze tecnologiche. Al riguardo cito un articolo uscito pochi giorni addietro.

Non è una perdita di tempo per i ragazzi: oltre a mantenere sano l'organismo, l'attività fisica sembra agevolarli anche nello studio.

Lo sport fa bene alla salute, e questo ormai è risaputo. Ma c'è ancora qualche genitore che pensa che fare dello sport, specie se e a livello agonistico, possa in qualche modo costituire una grossa perdita di tempo per i ragazzi.

Meglio dedicarsi allo studio, anziché perdere tempo in palestra

Un recente studio dimostra, invece, che i ragazzi che sono ben allenati e danno buone prestazioni, hanno un peso corporeo adeguato all'età e rispondono meglio ai test standard per le funzioni della memoria e dell'apprendimento.

Nello studio sono stati coinvolti circa 2.000 ragazzini delle scuole primarie di Los Angeles ai quali si chiedeva di percorre una corsa di 1 chilometro e mezzo, e successivamente di rispondere ad alcuni test d'intelligenza standardizzati secondo l'età ed il livello socioculturale.

Ebbene, si è visto che i ragazzini che avevano impiegato meno tempo per la corsa, poiché erano allenati al movimento, erano in grado di dare anche i migliori risultati ai test d'intelligenza e cultura.

In altri termini: corretta nutrizione (peso corporeo adeguato), benessere, attività fisica e rendimento scolastico, vanno di pari passo.

Ovvero, se in pagella c'è qualche insufficienza è meglio non vietare l'attività fisica ai nostri ragazzi chiudendoli in casa accasciati sui libri, anzi, una bella corsa all'aria aperta può aiutarli anche a migliorare i brutti voti.

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento