menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il "Rompipallone" dello stadio Esseneto, le citazioni dei tifosi

I supporter sperano in un replay, ma in mancanza dello stesso, chiedono al fedele compagno di posto di raccontare il gol. "Ma comu fù", "Nicola tirà a misi mezzu, Saraniti spingì ma nenti, u portieri di iddri ci hì' chi manu lenti e Gaspari a ittà dintra cu pedi o ca testa unnu vitti chiaru"

Derby delle meraviglie allo stadio Esseneto. Per la decima giornata di campionato, l'Akragas affronta l'eterna rivale Licata. A sbloccare il match dopo 40 secondi è stato il capitano dell'Akragas Gaspare Pellegrino, i tifosi reagiscono così. "Oh, Gaspare mancu u tempu d'assittarini ni detti. 'Stu mascaratu di Pellegrino".

I supporter sperano in un replay, ma in mancanza dello stesso chiedono al fedele compagno di posto di raccontare il gol. "Ma comu fù?". "Nicola tirà, a misi n'mezzu, Saraniti spingì ma nenti, u portieri di iddri ci hì' chi manu lenti e Gaspari a ittà dintra cu' pedi o ca testa, unn'u vitti chiaru".

Ed ecco che il replay prende forma. Il Licata, dopo il primo gol, paradossalmente si è difeso e chiuso nella propria metà campo: "Rigoli, piglia quattru difensori e ci li damu, accussì addifenninu megliu. Un parinu surci comu sù misi". Spesso giornalisticamente i tifosi licatesi vengono definiti come "cugini", quasi a voler dimenticare la rivalità, il tifoso non la pensa così: "Iu cuscini a Licata unn'haiu, si l'avissi mancu m'assittassi pi dirici ciao".

L'Akragas con il Licata non ha disputato la sua miglior partita, i tifosi la pensano così: "Nenti, un mi stannu piacennu oggi i' picciotti. Parinu, chi sacciu, appanzati". "Ci cummeni ca iocanu, picchì Pinu ora ci stocca i gammi". I tifosi e gli appassionati hanno da ridire sul costo del biglietto. In occasione della giornata biancazzurra pagano anche gli abbonati, ieri il tagliando era di 12 euro in tribuna. "Ogni vota cà mettinu sta giornata biancazzurra mi sentu ca mi futtinu grana. Chi vol diri, spiegami: si fazzu l'abbonamentu picchì haiu a pagari?". Il compagno risponde: "Boh, iddri u fannu pi purtari a genti o' stadio. Però hai arraggiuni, pari ca futtinu soldi". Il terzo compagno risponde: "A' zittivi miserabili. A vulistivu 'a squadra in serie D? Ora paga". 

Nel finale i giocatori dell'Akragas hanno regalato le loro maglie ad alcuni tifosi della curva Sud: "Ora ti pari, ora si scannanu pi sti maglietti". Il secondo appassionato risponde così: "Picciò, ora l'arrigalanu; ma finu a qualchi annu fà nun putivamu accattari mancu i palluna pi iucari a duminica. Finchè dura arridemu".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Coronavirus: è arrivato lo spray nasale che aiuta a proteggersi

Attualità

Un aiuto per i più deboli: la Brigata “Aosta” dona beni di prima necessità

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento