rotate-mobile
Sport Cammarata

Calcio Eccellenza: Il pareggio del "Salaci" Per Giovanni Castronovo un punto guadagnato

Montalbano cambia Carbonaro e schiera Piazza come esterno mentre, Guastella gioca da seconda...

E' un colpo d'occhio, quello che viene offerto dalle tifoserie campofranchese e akragantina ai giocatori delle rispettive squadre. Allo stadio "Salaci" di Cammarata va in scena il match tra Campofranco e Akragas. Cori e striscioni per i 22 giocatori scesi in campo, che accarezzati da un tiepido sole sono subito partiti forti. Montalbano cambia Carbonaro che parte dalla panchina e schiera Piazza come esterno mentre, Guastella gioca da seconda punta a supporto di Bennardo.

Al primo minuto ci pensa l'ex di lusso Mariano Cordaro a impensierire il portiere biancazzurro Infantino. Ma dopo una manciata di minuti (10') sull'asse Cordaro-Panepinto arriva la rete della squadra di "casa".  Panepinto sfugge a Nobile e lancia Cordaro al limite dell'area, il numero dieci nisseno sguscia via e con un secco tiro di piatto destro spiazza Infantino. Uno a zero Campofranco.

E' cinica l'Akragas, si riprende il pareggio con lo schema più vecchio del mondo: palla messa al centro da Montalbano che trova pronto l'ottimo Spina, il numero 7 biancazzurro a tu per tu con il portiere angola il pallone che finisce in rete. Uno a uno e pareggio che arriva al quarto d'ora di gioco. Pochi "fronzoli", l'Akragas è aggressiva, prende in mano la partita e riesce a portarsi in vantaggio.

Bennardo suggerisce un buon pallone per l'esperto Ciscardi, pallonetto che spiazza l'estremo difensore nisseno. Passa in vantaggio l'Akragas: è il 20' del primo tempo. Soffre Nobile, che deve tamponare, il più delle volte senza riuscirci, le incursioni di Privitera e Panepinto. Il pareggio del Campofranco non tarda più di tanto, Privitera, Messina, Cordaro ed ecco collezionata la rete del 2 a 2. Dopo essersi "bevuto" tre uomini l'ex attaccante akragantino, spiazza Infantino con un "siluro": pallone che si insacca in rete. Tutto questo accadeva nel primo tempo.

Ritmi blandi nel secondo tempo e Campofranco che fatica a costruire azioni, ottima la mossa di Montalbano che cambia gli esterni. Tocca adesso a Capraro contenere Privitera e il giovane biancazzurro riesce a frenare la furia nissena. Ci prova l'Akragas ma i ragazzi di Mutolo hanno abbassato il baricentro. Sprecano tanti, troppi palloni i biancazzurri, Bennardo sciupa occasioni invitanti a tu per tu con l'estremo difensore giallorosso Semprevivo. Una, due, tre volte sembra stregata la rete per il capitano biancazzurro che colleziona un'infinità di giocate ma fatica a inquadrare lo specchio della porta.

Montalbano ordina delle sostituzioni: Cutaia, ammonito nel primo tempo, lascia il posto a Di Peri, Carbonaro subentra a Guastella e in attacco, Longobardi prende il posto di Spina. Succede ben poco, le squadre giocano dentro un "fazzoletto" con azioni molto leziose. Triplice fischio dell'arbitro Saia e squadre negli spogliatoi. Due a due il risultato finale. E' acclamato dai tifosi l'ex Nobile che va a salutarli sotto la curva.

Soddisfatto nel post partita il presidente dell'Akragas Giovanni Castronovo, che oggi ha guidato la squadra dalla panchina a causa della squalifica dell'allenatore in seconda Francesco Nobile.

"Abbiamo guadagnato un punto importante - commenta il patron biancazzurro - questo è un campo difficile. Sono contento dei miei ragazzi, abbiamo giocato bene, ci godiamo il primato questa sera domani si vedrà". A Castronovo viene chiesto un parere tecnico sulla prestazione di Nobile, colpevole di una svista nel primo gol. "Abbiamo pagato l'esperienza di Cordaro, è lui che ha fatto la differenza, a mio avviso il numero dieci è di tutt'altra categoria".

Foto di Calogero Montana Lampo


Calcio Eccellenza: Il pareggio del "Salaci" Per Giovanni Castronovo un punto guadagnato

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calcio Eccellenza: Il pareggio del "Salaci" Per Giovanni Castronovo un punto guadagnato

AgrigentoNotizie è in caricamento