rotate-mobile
Sport

I presidenti che investono e l'Amministrazione guarda

La crisi, l'economia che non gira e lo sport che non va. Agrigento, vittima e carnefice di un...

La crisi, l'economia che non gira e lo sport che non va. Agrigento, vittima e carnefice di un qualcosa che spesso, o quasi sempre, non ha funzionato. Non si è ancora gridato al miracolo, visto che la crisi vive ancora in questa città, ma uno spiraglio sullo sport si inizia a vedere.

La città, i tifosi stanno assistendo a un binomio sorridente: Akragas e Fortitudo Moncada Agrigento. La prima a due punti dalla vetta, la seconda a punteggio pieno sola in classifica. Sorrisi che si incrociano e speranze che riaffiorano: la squadra del patron Moncada è memore di una retrocessione, mentre i calciatori di Castronovo, a un passo dalla catostrofe, hanno vinto sul filo di lana i play out.

Qualcosa è cambiato nello sport agrigentino, ma la scala della meritrocrazia non vede di certo l'Amministrazione comunale salire sul podio, tutt'altro. Un plauso va a chi sta rischiando il tutto per tutto per ridare l'orgoglio perso tempo fa. Castronovo, Moncada e così via, sono loro che a oggi stanno restituendo il sorriso perso alla tifoseria biancazzurra. Una campagna acquisti mirata con pedine essenziali, Mayer e Sciortino hanno trascorso la loro estate al telefono, Montalbano e Ciani astuti e tosti, a loro il copito di guidare una "barca" piena di sogni e speranze.

Oggi arriva la presentazione dell'Akragas volley, squadra ambiziosa del presidente Crosta. Le tre forze di Agrigento: Akragas, Fortitudo Moncada Agrigento e Akragas volley, le prime due regine indiscusse di questo avvio, per la terza si aspetta il fischio d'inizio del campionato. Agrigento, per troppo tempo è stata spettatrice di vittorie, forse è davvero arrivato il momento di essere protagonisti di un film tutto in biancazzurro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I presidenti che investono e l'Amministrazione guarda

AgrigentoNotizie è in caricamento