Domenica, 16 Maggio 2021
Sport

Akragas, nomi caldi e cariche societarie: il futuro si discute adesso

Marcello Giavarini e Peppino Tirri sono pronti a parlare di futuro. Da valutare anche la posizione di Silvio Alessi. L'imprenditore agrigentino è stato fondamentale nella trattativa tra il patron licatese ed il resto dei soci

Silvio Alessi

L'Akragas chiude la stagione agonistica ed è pronta a giocare la partita più importante, quella con il futuro. Nei prossimi giorni la dirigenza dovrebbe sedersi attorno ad un tavolo.

Le condizioni di Marcello Giavarini sono chiare: tutti i soci anche quelli di minoranza devono contribuire al progetto Akragas. Sul tavolo anche la posizione di Silvio Alessi, ex patron e attuale presidente del Consiglio di amministrazione biancazzurro.

Anche la carica di Alessi dovrebbe essere discussa.  L'imprenditore agrigentino, in inverno, è stato il mediatore fondamentale tra Giavarini ed i soci di minoranza. Se il presidente del Cda dovesse lasciare, l'Akragas andrebbe totalmente nelle mani di Giavarini e Tirri. Ma tutto si deciderà nei prossimi giorni.

 La società Akragas dovrebbe anche discutere il "nodo" Dario Scozzari. Liberarlo non sarebbe una mossa vincente, Scozzari ha seguito passo per passo l'evoluzione del gruppo Akragas.

L'ad è pronto a far decollare il progetto biancazzurro, ma le condizioni dovrebbero essere favorevoli. Scozzari vota Rigoli e Rigoli è pronto a votare l'Akragas.

L'allenatore, come ha già detto in sala stampa, non ne fa una scelta economica. Ambizione, pianificazione ed un progetto valido: queste le condizioni di Pino Rigoli. La società di Agrigento dovrebbe agire d'anticipo, ripartendo da chi ha reso il sogno LegaPro possibile. Vono, Zibert, Vicente, Marino, Capuano; questi alcuni nomi da chiudere in cassaforte. La dirigenza si incontrerà in settimana, la trattativa con gli imprenditori sembra essere in stand-by, l'estate biancazzurra è già iniziata. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Akragas, nomi caldi e cariche societarie: il futuro si discute adesso

AgrigentoNotizie è in caricamento