menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fortitudo sei grAnde! Il presidente: "La promozione più bella"

E' gioia in casa Agrigento, un double che consacra la stagione di un roster costruito per vincere. Festeggiamenti con spumante e tanti sorrisi, a tagliare la retina del PalaMoncada ci pensa Giuseppe Anello, agrigentino d'adozione

E' festa in casa Fortitudo. Alla fine di un campionato dominato e vinto il roster del presidente Salvatore Moncada approda in Divisione nazionale A. "L'epilogo più giusto" hanno detto gli addetti ai lavori di casa Fortitudo.
 
 
Una partita serrata e giocata punto a punto, che ha visto l'ago della bilancia non sempre tendere dalla parte dei padroni di casa. Gara tre è stata come le attese hanno preannunciato: combattuta e difficile da ambedue le parti.
 
I primi minuti sono stati colorati di biancazzurro, Chiarastella apre il tabellino, ma un ottimo Caprari porta il risultato in pareggio 10 a 10 e PalaMoncada che si infiamma.
 
Nel secondo quarto la Viola prova a prendere il largo, ma la guardinga Fortitudo si affida a Di Viccaro che costringe la squadra ospite a chiudersi in difesa. (38-31).
 
 
Le emozioni più grandi si registrano nel terzo quarto: la squadra di coach Ciani lotta su ogni pallone ma gli ottimi Agosta e Caprari portano il risultato in pareggio 55 a 55 e gara che diventa sempre più emozionante.
 
Nell'ultimo quarto gli ospiti sembrano stanchi, le gambe dei vari Chiarastella, Birindelli e Giovanatto hanno ancora forza per piazzere delle "bombe" da tre che bruciano la retina del PalaMoncada.
 
Viola prova a regiare, ma la voglia di tornare in Divisione nazionale A prende casa dentro il roster biancazzurro di casa. Al suono della sirena il roster del presidente Salvatore Moncasa inaugura il proprio palazzetto con una vittoria sofferta e tanto sognata. La partita viene chiusa con il risultato di 80 a 64.
 
E' gioia in casa Agrigento, un double che consacra la stagione di un roster costruito per vincere. Festeggiamenti con spumante e tanti sorrisi, ancora una volta a tagliare la retina del PalaMoncada ci pensa Giuseppe Anello, agrigentino d'adozione.
 

 
LA VOCE DEI PROTAGONISTI: 
 
"Oggi per me è un giorno speciale - ha detto tra le lacrime uno dei giocatori più forti di questa annatta Vincenzo Di Viccaro - questa promozione è stata sudata e sognata più di una notte. Abbiamo vinto contro un avversario fortissimo".
 
Emozionato e felice il coach della Fortitudo ha dichiarato: "Oggi è stata una partita durissima, vincere davanti il nostro pubblico è un'emozione immensa, i miei ragazzi sono stati grandi, Viola non è stata da meno. Auguro a Reggio Calabria - ha concluso Ciani - le migliori fortune, spero che per loro gli spareggi vadano nel migliore dei modi".
 
Un commosso presidente Moncada ha detto: "Posso dire che questa è stata la promozione più bella e più sentita. Inaugurare il nostro palazzetto con due trofei è stato grandioso. Ringrazio veramente tutti, ritorniamo in Divisione Nazionale A finalmente".
 
Ha guardato i suoi soffrendo su una sedia il capitano biancazzurro Giancarlo Di Simone: "E' la mia quarta promozione con la Fortitudo, finalmente ce l'abbiamo fatta, sono super felice e orgoglioso di far parte di un gruppo che non molla mai".
 
 
Tabellino: 
Fortitudo: Paolo Mossi 16; Vincenzo Di Viccaro 19; Santiago Paparella 5, Albano Chiarastella 12, David Pennisi 4, Duilio Birindelli 11, Giuseppe Anello 5, Michele Giovanatto 8, Angelo Di Lascio - Xavier Brown -.
 
Viola Reggio Calabria: Emiliano Paparella 7, Marco Caprari 17, Alessandro Agosta 14, Antonio Gambolati 4, Giovanni Coronini 5, Stefano Zampogna 7, Sebastiano Grasso 10, Stefano Potì- Luis Marengo - Tommaso Ingrosso -
 
PARZIALI: 80-64(20-21, 18-10, 17-24, 25-9).
 
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La provincia sempre più digitale, rilasciate 100 mila identità Spid

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento