menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Franco Ciani

Franco Ciani

Fortitudo, Ciani: "Vincere contro Legnano? Occasione irripetibile ai fini della rimonta"

Il coach esamina il momento della sua squadra. Il tecnico presenta la sfida di domenica, una delle più importanti dell'ultimo mese di stagione regolare

La Fortitudo torna al PalaMoncada. Domenica i biancazzurri giocheranno una delle partite èiù importanti dell'ultimo mese di stagione regolare. Agrigento affronta Legnano, squadra che sta bene e che fa del suo morale, uno dei cavalli di battaglia più temibili. Ciani, dà uno sguardo alla classifica, dall'alto verso il basso e viceverso.

"Sicuramente è uno scontro diretto con una delle squadre che sta in quei primi quattro posti ha detto il coach in sala stampa, questa mattina. Speriamo in una vittoria anche con una buona differenza canestro. Questo rappresenta un irrinunciabile obiettivo. I punti andranno fatti e dovranno avere un valore importante in una stagione regolare così equilibrata. Questa partita rappresenta una occasione irripetibile a fini della nostra rimonta". Ciani non ha paura, il coach torna a fissare l'obiettivo. Legnano sarà un avversario scomodo, dobbiamo fare tesoro delle esperienze. Loro hanno dei grandi ritmi. Vengono da una importante vittoria con Biella, hanno ritrovato un equilibrio, sicuramente è una squadra che può essere spettacolare e brillante. Legnano - dice Ciani -  attacca sempre e non ti fa riflettere.  Vogliamo proseguire la continuità che abbiamo in casa. Questa gara è molto importante, non è ipotizzabile una partita al di là del nostro massimo potenziale. In questo momento è evidente che dobbiamo fare dei risultati, tutti dobbiamo mettere sul campo tutto ciò  che abbiamo. Nessuno deve fare un passo indietro. Oggi, dovremmo essere pronti di parlare poco e di fare molto. Ogni volta che ognuno di noi è chiamato a rispondere, non solo in conferenza stampa ma anche al bar mentre beviamo il caffè, è difficile rispondre con delel parole che non possano sembrare di circostanza. E’ un momento non facile, ci aspettavamo in questa fase della stagione di essere avanti. Però, le qualità che abbiamo dobbiamo usarle e mettere sul campo senza remora alcuna. A fine anno, tireremo una riga e saremo tutti capaci di dare un giudizio sulla stagione. Oggi, ci porterebbe via soltanto delle energia e dell’attenzione. Dobbiamo chiuderci in un microcosmo che è Agrigento-Legnano".

Franco Ciani, torna a parlare della sfida contro Rieti: "E’ stata una partita importante, abbiamo imposto dei ritmi - dice. Mi aspettavo di concedere qualcosa in più, ma non così tanto. Il parziale di 7 a 0, ed il 5 a 0, sono stati quelli che numericamente hanno dato il via ad un vantaggio da parte loro. Dovevamo togliere dei possessi in certe situazioni. E’ una partita che abbiamo condotto per l’altra parte, questa sconfitta ci lascia una prospettiva e un sapore diverso. Rieti ha dato 30 punti a Siena a casa sua. Il lavoro che abbiamo fatto è stato importante.  Siamo un gradino al di sotto delle nostre aspettative, parlare una sconfitta positiva sembrerebbe una dichiarazione di facciata, ma per adesso dobbiamo essere positivi. Prendiamo quello che di buono viene da Rieti, purtroppo non i punti, ma cerchiamo di vivere nel giusto modo queste partite. Ci sono dodici punti in palio, ogni domenica si aprono scenari nuovi".  A Rieti, la sconfitta è maturata anche per il mancata "risposta" di Perrin Buford. Il giocatore dell'Agrigento non ha saputo rispondere alle critiche a suon di canestri. "E’ un ragazzo di 22 anni. Ha avuto una reazione poco felice, quella che poi ha scatenato una situazione generale di pressione. Alla stessa pressione non ha saputo rispondere con maturità. E’ evidente che questo è pesato. Oggettivamente nella seconda metà della gara a livello offensivo non ha dato lo stesso apporto. Ha subito in maniera pesante e negative questa situazione. Non avere il suo contributo offensivo ha inciso". 

Contro Rieti, una nota positiva è stata la doppia cifra di Marco Evangelisti. Ciani l'accoglie così: "Evangelisti? Marco in quest’ultimo periodo ha sofferto, è stato capace di ritornare lui. Ci ha dato una spinta in più e una sicurezza - ha detto il coach. Averlo ritrovato a Rieti in una versione positiva, ci dà grande fiducia. Ferraro e De Laurentiis? Inno ha recuperato. Rino ha lavorato bene, sono altre due notizie confortanti, in questo momento possiamo pensare di avere la piena disponiibilità da parte di tutti". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre lo "Sportello di ascolto solidale": aiuterà anche le famiglie

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento