menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il diesse della Fortitudo, Cristian Mayer

Il diesse della Fortitudo, Cristian Mayer

Annullato il giorno libero in casa Fortitudo, Mayer: "Abbassiamo la testa e ricompattiamoci"

Il dirigente della Fortitudo suona la carica. Dopo il ko rimediato domenica, contro Latina, il diesse ha voglia di ripartire più forte di prima

Un lunedì particolare per la Fortitudo Moncada Agrigento, che si è ritrovata di prima mattina dopo la sconfitta interna contro Latina per analizzare il momento negativo insieme allo staff tecnico e al direttore sportivo Cristian Mayer, che fa il punto: Quando si perde come abbiamo fatto noi con la Benacquista è chiaro che ci sono tanti piccoli problemi. Ce ne fosse uno solo, magari anche grosso, sarebbe più semplice individuarlo e risolverlo. Oggi ci troviamo come bloccati in una stanza piena di porte chiuse e non riusciamo a trovare la chiave per aprire quella giusta, che ci permetterebbe di uscire e di ritrovare la strada giusta. Da questa mattina ci siamo ritrovati, anziché restare a casa nel giorno libero della squadra, per iniziare a mettere a posto le cose.

Oggi emerge confusione nella testa dei giocatori quando ci troviamo di fronte alle difficoltà, una cosa che non era mai successa in passato. Anche negli anni scorsi abbiamo avuto dei momenti in cui non andava bene niente, ma il gruppo ha sempre reagito nel migliore dei modi. I black-out che abbiamo accusato in alcuni momenti delle partite contro Siena e Mantova, e soprattutto in questa con Latina, sono preoccupanti. Ci manca freschezza soprattutto a livello mentale, la lucidità per interpretare i momenti delle partite e le situazioni: è anche vero che, considerati i pochi minuti in campo con Agropoli e Rieti, non abbiamo avuto il nostro playmaker Alessandro Piazza per 15 partite su 25 in campionato. Un’assenza lunghissima in un ruolo così delicato non può non pesare, proprio negli aspetti in cui oggi siamo più carenti. Lo aspettiamo, così come aspettiamo di ritrovare la miglior condizione da parte di tutti. Dobbiamo solo abbassare la testa, lavorare e ricompattarci”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Coronavirus: è arrivato lo spray nasale che aiuta a proteggersi

Attualità

Giardinetti del campo sportivo: arriva l'adozione da parte di privati

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento