Venerdì, 14 Maggio 2021
Sport

Supercoppa italiana, la Fortitudo Agrigento "spazza via" Napoli: esordio ok per Cagnardi

Una squadra organizzata, a tratti stanca, che ha saputo tenere testa ad uno dei roster più forti del prossimo campionato

Foto ufficio stampa Fortitudo Agrigento

La Fortitudo Agrigento vince e convince, i biancazzurri nel turno di Supercoppa Italiana, battono la “corazzata” Napoli. Una squadra attenta e decisa che ha dato vita ad un bel basket. Agrigento ritrova Lorenzo Ambrosin, autore di pregevoli giocate. I biancazzurri si sono imposti con il punteggio di 71 a 64.

 Coach Cagnardi brinda il suo debutto in una partita ufficiale con una vittoria. In partita, agrigento mette sul parquet del PalaMoncada grinta e bel gioco. Al primo time out la Fortitudo Agrigento è avanti con il punteggio di 13 a 7. I biancazzurri hanno dato giusti palloni ai loro principali terminali offensivi. Il primo periodo di gioco si chiude con i biancazzurri in vantaggio. La Fortitudo Agrigento avanti con il punteggio di 17 a 13.

 Il secondo periodo di gioco si apre con una tripla di James. Napoli torna ai punti e lo fa con Guarino. In cabina di regia, in casa Fortitudo Arigento, Giuseppe Cuffaro. Il play si prende la tripla e porta avanti la sua squadra. Applausi per il giovane agrigentino. Napoli si porta a meno tre, è Milosevic a mettere dentro una tripla. Esordio stagionale per Lorenzo Ambrosin, suoi i due punti: +5 Agrigento. Assist di Easley e “magia” di James, ancora tripla. Giro palla velocissimo della Fortitudo Agrigento, realizza Simone Pepe. Napoli prova a recuperare terreno e lo fa con il canestro di Milosevic: 30-28. Gli ospiti trovano il pareggio, Sherrord sotto canestro non sbaglia:  30 a 30.

 Nel terzo periodo di gioco parte bene Napoli, gli ospiti trovano il vantaggio con Spizzichini:+3. Gli azzurri comandano il match, il break viene interrotto da De Nicolao, il play prende palla e trova il canestro: 36-38. James, di forza, trova il canestro del momentaneo pareggio, 38 a 38. Subisce fallo Easley, dalla lunetta è: due su due. Napoli ritrova la parità, azione personale di Monaldi. Pala recuperata di gran mestiere, Easley vola a canestro:+2 Agrigento. E’ Cuffaro ad impostare il gioco, palla per Albano e assist per Ambrosin: tripla. Napoli si porta a due lunghezze, Sandri subisce fallo e riparte da Milani. Agrigento amministra e prova a guadagnare un vantaggio utile alla vittoria finale.  


 L’ultimo periodo di gioco si apre con una tripla del capitano, Albano Chiarastella. Punti anche per Fontana, fallo subito e dalla lunetta è uno su due. Assist per James, canestro: 56-49. Chiarastella ritrova il canestro, Agrigento ancora avanti: 8 a 4 il parziale. Agrigento si affida ancora una volta all’estro di James, tripla: 61-52. Napoli riduce lo svantaggio, è Sandri a sorprendere la Fortitudo Agrigento: tripla. La giocata d’autore arriva dalle mani di Ambrosin, suoi i tre punti. Agrigento chiude il match in avanti. Una partita bella e combattuta, che ha visto vincere la squadra di coach Cagnardi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Supercoppa italiana, la Fortitudo Agrigento "spazza via" Napoli: esordio ok per Cagnardi

AgrigentoNotizie è in caricamento