Sport

Akragas, Silvio Alessi: "Fischi? La gente è abituata male"

Il sabato dell'Akragas ha due volti: il primo è quello dei tifosi che sono andati via a partita in corso, il secondo è segnato dagli applausi di fine gara. L'Akragas sotto la curva ha ricevuto incoraggiamenti, la tribuna e la gradinata hanno applaudito

Silvio Alessi

"Non capisco i fischi, la gente è abituata male". Tuona cosi Silvio Alessi, bacchettando i tifosi biancazzurri che hanno contestato la seconda sconfitta casalinga dell'Akragas. I biancazzurri hanno perso due a zero contro la Juve Stabia. Al secondo gol degli ospiti, una fetta di tifosi ha abbondonato lo stadio "Esseneto" (guarda qui il video).

Una gesto che non è piaciuto al presidente del Cda dell'Akragas, Silvio Alessi: "Abbiamo fatto una partita molto brutta questo è vero, ma non siamo diventati di certo una squadra scarsa. Dobbiamo riflettere sulla nostra prestazione, ma non è una maledizione stadio 'Esseneto', ripeto: purtroppo la gente è abituata male".

Il sabato dell'Akragas ha due volti: il primo è quello dei tifosi che sono andati via a partita in corso, il secondo è segnato dagli applausi di fine gara. L'Akragas sotto la curva ha ricevuto incoraggiamenti: la tribuna e la gradinata hanno applaudito gli undici scesi in campo e mister Legrottaglie. Nessuno ha mai detto che la LegaPro fosse un campionato facile, bensì un torneo ruvido e pieno di insidie. L'Akragas dovrà "scalare le montagne" e Legrottaglie e la proprietà sono pronti a farlo. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Akragas, Silvio Alessi: "Fischi? La gente è abituata male"

AgrigentoNotizie è in caricamento