Giovedì, 18 Luglio 2024
Sport

CALCIO: Fischi razzisti all'Esseneto, ammenda per l'Akragas

I fischi rivolti al tandem d'attacco mazarese, avrebbero infastidito l'arbitro e la morale di...

Domenica scorsa è andato in scena un match che ha visto uscire vittoriosi i giocatori biancazzurri ma, a detta della Federazione, ha anche visto uscire sconfitti i supporter akragantini.

Ammenda di 400 euro per la società biancazzurra "per avere, propri sostenitori, intonato cori discriminatori e razzisti all'indirizzo di calciatori di colore della squadra avversaria (sanzione aggravata ai sensi dell'art. 11, comma 3, del Cgs Nuovo Testo); nonchè per reiterata presenza di persone non autorizzate all'interno del recinto di giuoco".

I fischi rivolti al tandem d'attacco mazarese, avrebbero infastidito l'arbitro e la morale di ogni essere umano. L'Akragas, nel giro di poche settimane, ha versato nelle casse della Lega una cifra pari a 700 euro circa, buona parte di questa somma è per il comportamento scorretto di una fetta di tifoseria.

Dicesi tifoso chi, tra un sacrificio e l'altro, tra un pranzo veloce e una litigata con la fidanzata corre a vedere la propria squadra del cuore, intonando cori d'amore e di passione. Questi sono i tifosi biancazzurri, capaci di offrire suggestive scenografie, capaci di far cambiare idea a un presidente arrabbiato. Tifosi tirati in ballo da qualche incauto supporter autore di qualche fischio privo di etica, provando con coraggio ad affibbiarsi l'etichetta di "tifoso biancazzurro". Impresa ardua? No impossibile.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

CALCIO: Fischi razzisti all'Esseneto, ammenda per l'Akragas
AgrigentoNotizie è in caricamento