menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
CALCIO, ECCELLENZA: Film in prima tv all'Esseneto Akragas batte Mazara 2 a 1-26

CALCIO, ECCELLENZA: Film in prima tv all'Esseneto Akragas batte Mazara 2 a 1-26

CALCIO, ECCELLENZA: Film in prima tv all'Esseneto Akragas batte Mazara 2 a 1

E' entrato in punta di piedi facendo già tanto rumore in classifica, rumore che si trasforma in...

E' entrato in punta di piedi facendo già tanto rumore in classifica, rumore che si trasforma in musica per le orecchie dei tifosi biancazzurri. Peppe Raffaele neo tecnico biancazzurro, schiera un offensivo 4-3-3 e da manuale batte il Mazara di mister Antonio Putaggio con un insidioso 2a1. Addio ai tanto odiati lanci lunghi, palla a terra e di finezza l'Akragas si prende la vittoria, contro un Mazara a tratti pericoloso.

Il gol dell'Akragas è opera del numero dieci Guastella che sulle ribattute dei difensori mazaresi mette in rete un gol che si insacca alla destra del portiere Ilario. Rete che fa impazzire l'Esseneto e il neo allenatore Peppe Raffaele, costretto a guardare i suoi nuovi giocatori dalla tribuna per una squalifica rimediata con il suo ex Due Torri. L'Akragas si prende con cinismo gli applausi dei suoi tifosi, ma il pareggio arriva allo scadere del primo tempo: svarione difensivo e al primo affondo il Mazara pareggia con una "capocciata" di Giacalone.

Non ci sono mugugni in tribuna malgrado il pareggio, si diverte il pubblico dell'Esseneto che elogia il bel gioco della sua squadra. Entra in campo nelle file biancazzurre l'escluso di lusso Gabriel Spina che prende il posto di Indelicato. L'Akragas è un film mai visto prima, reagisce con finezza e tenacia, con il suo palermitano Roberto Magliocco, che al quinto minuto della ripresa su suggerimento di Guastella indirizza di testa la palla in rete.

L'Akragas è in vantaggio, come non accadeva da due giornate di fila, gioisce "l'esiliato" neo mister dall'alto della tribuna, ed esultano tutti quanti i giocatori.
Il Mazara si fa vedere in avan,i ma giganteggiano Semprevivo e Russello capaci di spegnere quasi tutte le iniziative del duo Omolade-Jimoh. Duo che si dimezza allo scadere per una doppia ammonizione ai danni del capocannoniere Jimoh: il numero dieci inciampa in aria, l'arbitro non ha dubbi,cartellino rosso e doccia anticipata per il numero dieci mazarese.

La partita termina con i biancazzurri ancora una volta pericolosi, il triplice fischio dell'arbitro Scatigna di Taranto sa di liberazione, l'Akragas vince su un campo ai minimi della praticabilità. Applaudono i tifosi biancazzurri, che elogiano l'operato seppur minimo causa tempo, del tecnico ex Due Torri. Scioglie la tensione tra le lacrime il tecnico nl seconda Francesco Nobile, che bagnato da una leggera pioggia si isola con i suoi tifosi e alza i pugni al cielo.

Nel post partita il mister del Mazara Antonio Putaggio elogia i suoi e afferma:"Credo che il pareggio poteva essere il risultato migliore". Di tutt'altro avviso il mister biancazzurro Raffaele:"Abbiamo vinto con carattere e determinazione" . Soddisfatta la dirigenza, oggi orfana di Castronovo assente per motivi lavorativi, il dg Alessi e il ds Sciortino volevano questa vittoria capace di restituire quel morale perso per strada.

LE FORMAZIONI: Akragas: Infantino, Russello, Piazza, Semprevivo Ciscardi, Morgana, Bennardo, Guastella, Magliocco. All Peppe Raffaele
Mazara: Ilario, Licari, Terranova, Falanga, Lombardo, Giacalone, Hriaech, Palumbo, Omolade, Jimoh, Giacalone. All. Antonio Putagio
Arbitro: Pietro Scatigna,
Assistenti: Michele Gerbino e Giuseppe Miuccio di Acireale

Reti:30' Guastella, 45' Giacalone, 5' st Magliocco


Foto di Calogero Montana Lampo


Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La provincia sempre più digitale, rilasciate 100 mila identità Spid

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento